Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La segnalazione: "Contenitore in amianto all'ospedale"

La cisterna sotto accusa

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Una cisterna in amianto nell'ospedale. Tra l'altro spaccata e quindi in grado di rilasciare nell'aria fibre cancerogene. La denuncia arriva da un cittadino. GUARDA LE FOTO Il cittadino, come si vede nel video che ha girato (GUARDA IL VIDEO), raggiunge l'ultimo piano del nosocomio di Amelia dove è posizionato il contenitore in apparente stato di abbandono. Ha tutte le caratteristiche per essere un manufatto in fibrocemento (cemento-amianto), meglio conosciuto come eternit, molto utilizzato dagli anni Cinquanta e per un trentennio in edilizia. In seguito è stato provato che l'amianto è materiale cancerogeno e le sue polveri, se inalate, possono causare tumori della pleura e dei bronchi. Una legge del 1992 ha vietato in Italia estrazione, esportazione, importazione e produzione di amianto e dei prodotti che lo contengono. Purtroppo continuano ad essere ancora numerosi i manufatti non bonificati.