Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gli rubano soldi e documenti dall'auto mentre giocano a pallone

Cesare Antonini
  • a
  • a
  • a

Ancora furti a Gualdo di Narni, frazione ai confini col comune di Otricoli ma, stavolta, niente case o cantine per una modalità anche assai strana e che ha alimentato numerosi dubbi e sospetti tra le vittime del colpo. Sbuca infatti un ladro seriale di Ford Fiesta. Nella serata di giovedì 29 gennaio la squadra locale si reca al campo sportivo che sorge a pochi metri dalla strada Flaminia Romana per il consueto allenamento del giovedì. Sono le 19 e per un paio di ore, doccia compresa, i calciatori corrono, si allenano e scherzano tra amici. Una volta usciti dal campo per recarsi alle macchine, lasciate all'interno del cancello del centro sportivo, trovano la brutta sorpresa. Due macchine sono state derubate. I ladri hanno rotto il vetro con qualcosa di pesante e hanno rubato quello che hanno trovato sui sedili. Il caso particolare, però, è che tra le tante auto in zona i malviventi si sono accaniti su due Ford Fiesta grigie, stesso modello, identiche se non fosse per la targa naturalmente differente. Le altre sono perfettamente integre ma le due Fiesta hanno il finestrino rotto e nelle auto mancano portafogli, documenti e soldi. In una delle due, però, mancano all'appello anche documenti importanti di un professionista narnese. E da qui nascono i dubbi e le congetture che poi i derubati riporteranno alle forze dell'ordine chiamate subito per una prima verifica. Perché rubare proprio in due macchine identiche? Perché portare via un plico di documenti che forse contengono informazioni preziose? I ladri comunque sono spariti favoriti anche dal maltempo che ha scoraggiato le ricerche dei calciatori. Nessuno degli abitanti della zona, le case sono a 20 metri dal campo, ha sentito nulla. Neanche i giocatori a pochissimi metri hanno notato nulla di strano mentre si allenavano. Un colpo su generis e anche estremamente rischioso per chi lo ha portato a termine, purtroppo, con successo. E ora la speranza è che tutta la verità venga a galla mentre sullo sfondo monta la paura dei cittadini sempre più bersagliati dai furti.