Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

HVO, i combustibili rinnovabili secondo Audi

Una nuova via per i diesel

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

Quante volte ci è capitato di ripetere, che l’elettrico è solo una delle tante strade, che possono arrivare alla meta dell’ecologizzazione del comparto trasporti. Ora, fortunatamente, anche quelle aziende più “Impelagate” nell’elettrificazione ad oltranza, cominciano a prevedere qualche alternativa, almeno transitoria. “Come indicato dal piano ‘Vorsprung 2030’, dal 2026 Audi lancerà sul mercato globale esclusivamente nuovi modelli full electric”, ha affermato Oliver Hoffmann, Membro del Board per lo sviluppo tecnico di AUDI, “al contempo, stiamo sviluppando l’attuale portfolio di motori a combustione in funzione di una superiore efficienza e minori emissioni. Una delle possibili soluzioni tecniche consiste nella compatibilità con l’utilizzo di carburanti sostenibili come l’HVO”. Si tratta di combustibili rinnovabili, o reFuels, nel caso in specie: olii vegetali idrotrattati, combustibili sostenibili, in grado di ridurre le emissioni di CO2 fino al 95%, rispetto al Diesel fossile. Altro vantaggio dell'HVO: il numero di cetano endemico molto più alto, il che determina una combustione efficiente e pulita. Per la produzione di questi carburanti, bastano materiali di scarto, come l'olio di cottura alimentare o i residui agricoli, idrogenizzati. Una trasformazione, che in gergo tecnico, produce carburanti “Alifatici”, adatti a motori diesel. L'HVO viene prodotto con sistema di tipo “BTL” (da biomassa a liquido), ma ci sono anche altri metodi, come: il GTL (da gas a liquido) ed il PTL (da energia a liquido), che necessita di energia elettrica, ma rappresenta un buon modello, per utilizzare le rinnovabili. Si tratta, comunque, di carburanti identificati dalla normativa EN 15940, come XTL (X-to-Liquid), con la “X”, che sta ad indicare il componente originale. L’HVO può essere utilizzato in purezza (al 100%) o addizionato al Diesel, in quantità variabili. Una nuova via per i diesel, dunque, visto che questo carburante è pienamente compatibile con tutti i motori V6 Diesel Audi, con potenze sino a 286 CV, appartenenti alle gamme: A4, A5, A6, A7, A8, Q7 e Q8, prodotti da metà febbraio 2022. Dall’inizio di marzo, verranno attualizzati anche: la Q5 3.0 TDI, il 245 CV di Audi A6 allroad quattro e, con riferimento al Brand Volkswagen, il SUV Touareg da 231 CV. Per l’Europa, poi, l’HVO va bene anche per i Diesel a 4 cilindri di: A3, Q2 e Q3, prodotti da giugno 2021. L’HVO è già disponibile in oltre 600 stazioni di servizio in Europa, la maggior parte delle quali in Scandinavia ed i modelli basati sulla piattaforma MLB (quattro cilindri TDI delle gamme A4, A5, A6, A7 e Q5), già possono fare rifornimento, da metà dello scorso anno, in Svezia, Danimarca ed anche qui in Italia.

Giovanni Massini