Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Skoda Enyaq diventa crossover coupé

Trazione posteriore o integrale con potenze da 132 a 220 kW e fino a 545 km di autonomia

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

Skoda completa la famiglia Enyaq iV con una coupè più sportiva, ma sempre elettrica. Niente termico, dunque, ma arriva comunque una versione “RS”, sigla che in casa Skoda sa di performance. L’auto nasce sulla piattaforma MEB, del Gruppo Volkswagen, ma (unico caso), viene prodotta fuori dalla Germania, a Mladá Boleslav (Repubblica Ceca). Diamo uno sguardo alle dimensioni: lunghezza di 4,653 mm, larghezza 1,879 mm, altezza di 1,622 mm e passo di 2,765 mm. Le linee sportive, caratterizzate da proporzioni più affusolate, con il tetto che degrada maggiormente verso il portellone, raggiungono un Cx 0.234.

Il bagagliaio ha una capacità di 570 litri, con portellone posteriore elettrico, apribile col classico tocco del piede sotto il paraurti. Notevole la capacità di traino, che secondo versioni, va dai 1.200 ai 1.400 kg (rimorchio frenato). I cerchi arrivano fino a 21 pollici e le versioni più sportive, la Sportline e la RS, hanno un assetto ribassato di 15 mm sull’anteriore e 10 sul posteriore. Di serie, c’è un enorme tetto panoramico in vetro, realizzato con uno speciale rivestimento, che oltre ad aumentare la luminosità dell’abitacolo, è in grado di mantenere stabile la temperatura interna. Come per Enyaq iV, è disponibile la calandra Crystal Face, con i listelli illuminati da 131 led.

Internamente, troviamo uno schermo centrale da 13 pollici e la strumentazione racchiusa in un digital cockpit da 5,3 pollici, l’head-up display con realtà aumentata è a richiesta. Eccoci arrivati al punto, le motorizzazioni, che si giocano su due sistemi di trazione, posteriore e integrale.

La iV 60 a trazione posteriore monta la batteria meno capace, da 62 kWh (netto 58 kWh), per una potenza di 132 kW (180 Cv). Sempre posteriore la iV 80, che monta però la batteria da 82 kWh (netto 77kWh), per 150 kW (204 Cv). La iV 80x e la RS, adottano la batteria più potente, ma hanno la trazione integrale, grazie a un secondo motore alloggiato sull’anteriore, per le rispettive potenze di: 195 e 220 kW (265 e 300 Cv).

La RS tocca i 180 km/h e fa uno 0-100 da 6,2 secondi. Parliamo di autonomia, che in configurazione posteriore arriva a 545 km (dichiarati secondo protocollo WLTP). La ricarica rapida è di serie e la batteria più grande, da 82 kWh, può fare il pieno, dal 10% all'80%, in 29 minuti. Con la wall box Škoda iV Charger a corrente alternata, da 11 kW, una ricarica totale necessita di 6/8 ore. Tramite il Powerpass Skoda, l’utente ha accesso a 260.000 punti di ricarica, in Europa, usando solamente l’apposita carta.

Giovanni Massini