Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Subaru Forester, quinta generazione con supergaranzia di 8 anni su tutto

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Subaru festeggia i 25 anni di vita del suv Forester lanciando la quinta generazione: look più in linea con i nuovi canoni estetici del momento e, soprattutto, tanta tecnologia all’avanguardia. Un solo motore, l’ibrido e-Boxer 2 litri, 4 cilindri, benzina da 150 Cv (110 kW) con 194 Nm di coppia a 4.000 giri al minuto che si basa sull’ausilio di un elettrico trifase sincrono da 16,7 Cv (12,3 kW). Un solo cambio, automatico Cvt Lineartronic. Un solo sistema di trazione 4x4, il Symmetrical Awd. E, di serie, un sofisticato sistema elettronico di gestione delle prestazioni, del comportamento e della trazione che non ha cambiato il suo nome, X-Mode, ma è stato migliorato e perfezionato rispetto al passato.


Due, invece - come spiega Andrea Placani, Pr manager di Subaru Italia - , le anime del nuovo Forester, declinato in Touring (e a sua volta negli allestimenti Free, Style e Premium per chi predilige lo stile) e 4DVenture, specifico per chi ama avere un look con un accento più sportivo e qualche accessorio più utile a un impiego anche più gravoso, come i sedili in tessuto idrorepellente.


Tutte le Forester, quindi, condividono meccanica, assetto rialzato, tanto spazio interno, un peso complessivo che può considerarsi contenuto (circa 1.600 Kg) e ampi angoli di attacco (21.4°) e di uscita (25.8°) per affrontare anche i percorsi impegnativi. In più - novità assoluta non solo per un veicolo Subaru, ma per tutto il pianeta motori - una supergaranzia di 8 anni a chilometraggio illimitato, segno che la Casa delle Pleiadi non si accontenta più solo della fama, diffusa in particolare tra gli amanti delle 4x4, di essere tra le produttrici di autoveicoli affidabili, ma vuole tradurre la qualità in una concretezza che, almeno al momento, nessun rivale si azzarda di offrire. “Una supergaranzia che non solo non pone vincoli ai chilometraggi percorsi - spiega, con orgoglio, Nicola Torregiani, general manager sales and after sales di Subaru Italia - ma che vale bumper to bumper, ovvero per tutti i componenti che vanno dall’inizio del paraurti anteriore alla fine del paraurti posteriore del veicolo. E che non è legata al proprietario, ma al numero di telaio della vettura, in modo da garantire il passaggio immediato della copertura a qualsiasi possessore presente o futuro di Forester”.


Le novità, comunque, sono anche altre: per citarne alcune, debuttano un nuovo Drive Monitoring System che ora consente di utilizzare i gesti per regolare l’impostazione della temperatura dell’aria senza toccare i comandi; e il nuovo SI Drive, sistema di gestione del powertrain che, oltre a permettere di personalizzare le caratteristiche delle accelerazioni tra modalità Intelligent e Sport, offre anche un Active Shift Control. Quest’ultimo lavora abbinato alla modalità Sport e al momento dell’affrontare le curve, se si affonda il pedale del freno, simula una scalata di marcia che favorisce l’uscita dalle curva stessa con una pronta accelerazione.


Gli Adas, poi, abbondano. Il sistema EyeSight di assistenza alla guida, lanciato per la prima volta da Subaru nel 1989, ora vigila sulla sicurezza della vettura a 360 gradi facendo dialogare continuamente radar e telecamere include di tutto e di più: dal cruise control adattivo, alla vigilanza elettronica delle corsie di marcia, dei rischi di collisione con interventi preventivi. Non manca neppure la sterzata automatica di supporto che, in caso di emergenze, può aiutare ad evitare le collisioni.
Messo alla prova nell’allestimento 4DVenture (nelle foto), nuovo Forester ha mostrato un comportamento ottimo sia nell’uso stradale che in off-road.


Il sistema ibrido e-Boxer consente di sfruttare tre tipologie di utilizzo: Ev Driving che sfrutta solo il motore elettrico e il pacco batterie al litio; Motor Assist driving, che entra in gioco soprattutto nelle accelerazioni e combina le potenze di motore termico ed elettrico; Engine driving che, in marcia a velocità sostenute, conta sul motore termico che, contemporaneamente, ricarica il pacco batterie. Il tutto si traduce in prestazioni che, all’occasione, possono rivelarsi briose e in un consumo di carburante ridotto (secondo quanto dichiara Subaru) dell’11% rispetto a un pari propulsore solo benzina.


Il cambio Cvt può funzionare anche in manuale, comandato da due palette sul volante che variano 7 differenti rapporti “virtuali” di trasmissione. La funzione X-Mode si attiva, invece, con una manopola sul tunnel e, secondo la modalità selezionata, gestisce i comportamenti del sistema di propulsione, di trazione integrale Awd e di frenata adeguandoli alle migliori risposte secondo i percorsi e le condizioni del terreno: Snow-Dirt per neve e sterrato; Deep Snow-Mud per neve fresca, fango, sabbia). Non manca l’Hdc che mantiene costante la velocità nelle discese più ripide e scivolose.
Per quanto riguarda i prezzi, il listino si presenta con una forbice da 37.750 a 45.250 euro.

Sergio Casagrande

Twitter: @essecia