Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Jeep Renegade e Compass diventano e-Hybrid

Full hybrid con 130 cavalli termici, 20 elettrici e un cambio automatico a 7 rapporti

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

Jeep Compass e Renegade, in versione plug-in (come si dice oggi: alla spina), sono in testa alla top ten nazionale, ma in casa Jeep si prosegue verso l’elettrificazione della gamma prodotti. “I suv Compass e Renegade e-Hybrid”, ha detto Antonella Bruno, head of Jeep brand in Europa, “rappresentano un nuovo punto di ingresso nella nostra offerta elettrificata, e offrono più opzioni ibride ai nostri clienti. Questo ampliamento della gamma continuerà nell’estate di quest’anno con l’introduzione della versione 4xe della nuova Jeep Grand Cherokee”.

 

In sostanza, si tratta di versioni full-hybrid, ossia: in grado di andare in solo elettrico, anche se per brevi tratti, ma senza la possibilità di ricaricare la batteria alla “Spina”. In questo caso, la configurazione motoristica è affidata ad un 1.5 benzina, ciclo Miller (rapporto di compressione più basso, rispetto all’espansione), da 130 Cv, con 240 Nm di coppia massima, abbinato ad un’unità elettrica da 48 Volt, per 20 Cv e 55 Nm di coppia. La trazione è anteriore ed il cambio è un automatico a doppia frizione e 7 rapporti.

 

Queste versioni partono in elettrico e, come anticipato, possono procedere con il termico spento, per brevi tratti. L’elettrico, oltre a dare trazione alle ruote, si aziona anche per supportare il benzina, in fase di spinta. Il sistema “Belt starter generator”, inoltre, assicura transizioni e riaccensioni rapide, in fase di ripartenza. In frenata e rallentamento, grazie all’Intelligent Brake System, si recupera energia, per la ricarica della batteria. Queste versioni full-hybrid sono in grado di ridurre del 15% il consumo e le emissioni di CO2, rispetto agli equivalenti modelli a benzina. In dotazione il sistema Uconnect NAV, con schermo da 8,4 pollici su Renegade e 10,1 su Compass, pienamente compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

 

 

In quanto a dotazione per la sicurezza, troviamo: il Traffic Sign Recognition, che legge i cartelli stradali; l’Intelligent Speed Assist, che mantiene il veicolo entro i limiti di velocità segnalati; il Drowsy Driver Alert, che individua carenze di attenzione da stanchezza; solo sul Compass l’Automatic Emergency Braking con riconoscimento Pedoni e Ciclisti ed il nuovo dispositivo Highway Assist, che utilizza la combinazione tra Adaptive Cruise Control e sistema Lane Centering, nelle percorrenze autostradali. I livelli di allestimento sono 4: Longitude, Night Eagle, Limited e S, oltre all’edizione speciale di lancio. Ci sono offerte da 249 euro (per 4 anni) su Renegade e 319 su Compass. Debutta anche una versione “Upland”, in tiratura limitata, caratterizzata dall’utilizzo di materiali sostenibili e vernici e finiture ecologiche, disponibile anche per le plug-in. La serie è riconoscibile per l’esclusiva livrea “Matter Azure”, in abbinamento al tetto nero two-tone e a cerchi in lega da 17” (Renegade) e da 18” (Compass).

Giovanni Massini