Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Renault sponsorizza "Sport e salute" e svela Megane Electric

Anteprima della nuova francese tutta elettrica che riesce a vantare fino a 470 km di autonomia

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

All’interno dell’enorme “Sala delle armi” del Foro Italico di Roma, abbiamo presenziato all’accordo biennale, stipulato tra Renault e “Sport e salute”. Un’azienda pubblica, quest’ultima, che ha già in essere svariati progetti di riqualificazione di periferie e realizzazione di strutture per portatori di handicap, tutte votate a sport e benessere. Testimonial d’eccezione, il campione di nuoto Massimiliano Rosolino, che ci ha tenuto a sottolineare l’importanza di quell’inalienabile spazio vitale, rappresentato dall’attività sportiva, non necessariamente competitiva.

 

Il nostro paese, tra l’altro, nonostante i recenti successi olimpici, risulta come: il quinto più sedentario d’Europa. Sport, salute e qualità della vita, un concetto che si traduce in: “Time for quality life”. Un motto perfettamente comprensibile anche a chi non macina l’inglese. Con l’occasione, la casa francese ha presentato l’ultima sua creazione ad emissioni “0”: la nuova Megane E-Tech Electric. “La nostra azienda”, ha detto Raffaele Fusilli, A.D. di Renault Italia, “in fatto di elettrico ha una notevole esperienza, abbiamo già venduto più di 400.000 mezzi elettrici, che hanno percorso più di 5 miliardi di km ed ora dobbiamo confrontarci con dei veri giganti del settore e dobbiamo farlo mantenendo la nostra agilità progettuale”.

 

Diamo uno sguardo alla road map ecologica di Renault: 14 nuovi modelli presentati entro il 2025, tutti elettrificati, di cui 7 totalmente elettrici, tra cui figurano la nuova R5 (anche questa una elettrica pura) e la nuova R4 e, entro il 2040, tutta la gamma ad emissioni “0”. In base all’accordo, la Renault darà 25 Megane Electric all’azienda pubblica, con cui s’impegna a mettere in essere molte iniziative, tra cui una sorta di “road show” itinerante, su circa 100 tappe nazionali.

 

Ora diamo uno sguardo alla nuova Megane Elettrica, giusto un’occhiatina veloce, perché non abbiamo dati tecnici esaustivi e non abbiamo potuto testarla in strada. L’auto insiste sulla nuova piattaforma CMF-EV ed ha le fattezze di un crossover, con sbalzi molto ridotti, dalle ruote importanti (da 18 e 20”) e sul frontale compare una piccola lama, simile a quelle montate dalle monoposto di F1. Poco più corta del modello a benzina (4,21 m), quest’auto mantiene un buon bagagliaio, che a sedili su, dovrebbe essere di 440 litri. Internamente, da brava elettrica, tutto è affidato a schermi digitali, configurabili: da 12,3” quello della strumentazione e da 12 quello centrale verticale. Due le versioni disponibili: con batteria da 40 kW, 130 Cv di potenza ed autonomia da 300 km; con batteria da 60 kW, per 220 Cv, autonomia di 470 km ed uno 0-100 da 7,4 secondi.

 

Abbiamo citato lo 0-100, perché in Renault, ci tengono a sottolineare la duplice anima dell’auto, soprattutto di quella più potente: futuribile ed ecologica, ma anche divertente da guidare (l’assetto è a 4 ruote indipendenti, con pacco batterie raffreddato, montato sotto il pianale). L’auto può ricaricare da colonnine a corrente alternata e continua, fino a 130 kWh, nel qual caso, in 30 minuti è in grado di caricare 300 km di autonomia (la versione più potente). La Megane Electric viene garantita per 2 anni, le batterie per 8 anni o 160.000 km. Entro il prossimo anno, tramite l’app My Renault, sarà possibile accedere ad una rete europea di oltre 260.000 punti di ricarica, con possibilità di stipulare contratti mensili o a consumo. Gli allestimenti sono 3: Equilibre, Techno (sicuramente il più gettonato) e Iconic. Al momento, è ordinabile solo la versione da 220 Cv a 41.700 Euro, in seguito arriverà la sorellina minore, ad un prezzo di partenza di 37.100 euro. Poi ci sono tutte le varie offerte finanziarie, che consentono, ad esempio rateizzazioni mensili da 289 euro.

Giovanni Massini