Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

EV6, il futuro di Kia è già realtà: crossover elettrico fino a 585 Cv e oltre 500 km di autonomia

Alla guida del nuovo super crossover del marchio coreano offerto con trazione 2Wd o 4WD

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Bella da vedere, ma anche bella da guidare. Il design è elegante e sportivo allo stesso tempo. Sembra proiettato verso l’innovazione tecnologica, al punto da ricordare i veicoli spaziali dei film di fantascienza, e mostra alcuni tratti estetici che sorprendono per la loro piacevole semplicità. Mettersi al volante di una EV6, il nuovo crossover ammiraglia full electric di Kia, poi, è come salire a bordo di un’autovettura avveniristica.

 


L’abitacolo è particolarmente ampio e ti accoglie come in un salotto, grazie a un pianale inedito e realizzato appositamente per vetture a trazione elettrica: una particolarità che ha permesso di sfruttare tutta la superficie piatta della piattaforma, ampliando il passo tra i due assi di ruote ed eliminando tutti quei girigogoli un tempo necessari per trovare lo spazio adeguato ai componenti che facevano di contorno agli ormai anacronistici motori scoppiettanti. Le misure all’esterno di EV6, comunque, sono: 4,7 metri di lunghezza; 1,9 di larghezza.

 


Tornando all’interno, il ponte di comando affascina e fa trasparire già al primo colpo d’occhio che si tratta di un’auto ricca di tecnologia.

 

La strumentazione, la navigazione, il sistema di intrattenimento e il computer di bordo mostrano le loro indicazioni su un doppio schermo longitudinale che domina il cruscotto ed è formato da due maxi schermi contigui da 12,3 pollici: una soluzione che riprende l’idea del maxi cruscotto digitale lanciato con successo, per la prima volta, da Mercedes nel 2016 con il debutto della nuova Classe E (versione W ed S 213) e poi imitato da molte altre Case automobilistiche. Digitali sono anche i comandi dell’impianto di climatizzazione.

 


A bordo l’elettricità non serve soltanto per dare energia al propulsore ma anche per alimentare i tanti servizi offerti da EV6 per incrementare il comfort di viaggio, come - per citarne solo alcuni - una piastra per la ricarica wireless degli smartphone, un impianto audio surround Meridian con 14 altoparlanti e i sedili che per i passeggeri anteriori, oltre al riscaldamento delle sedute, offrono anche la possibilità di una ventilazione raffrescante.

 


Kia EV6 è offerta con sola trazione posteriore (un unico motore da 168 kW, 229 Cv e 350 Nm di coppia) o con trazione integrale (due motori che, lavorando combinati, producono una potenza di 239 kW, 325 Cv e una coppia di 605 Nm che salgono rispettivamente a 430 kW, 585 Cv e 740 Nm per la versione top, la GT). Per tutte il pacco batterie è da 77,4 kWh che sopporta sistemi di ricarica a 400 e 800 volt senza adattatori. In caso di ricarica ultra fast a 800 volt la batteria può passare da un 10% a un 80% in soli 18 minuti. E bastano appena 4 minuti e mezzo per avere a disposizione un’autonomia di 100 km. E, a proposito di autonomia, la Casa dichiara per EV6 fino a 528 km di percorrenza con una ricarica. Un dato che ci è apparso credibile, visto che messa alla prova nella versione a trazione integrale su un percorso prevalentemente extraurbano, per percorrere circa 130 chilometri in una situazione di guida reale su tratti di strade stradali e autostrade, il computer di bordo ha registrato un 25% di consumo della batteria.

 


Le prestazioni, per tutte le versioni, sono entusiasmanti. Per la GT addirittura esaltanti visto che si può schizzare da 0 a 100 chilometri orari in un battibaleno: appena 3 secondi e mezzo.

 


L’ampia dotazione elettronica vigila costantemente sulla sicurezza. Gli Adas, infatti, abbondano e, all’occasione, interagiscono tra loro. Un Disconnector actuator system (Das) assicura (nelle versioni integrali) un passaggio graduale e automatico della coppia tra la modalità a tutta trazione posteriore a quella 4Wd: in condizioni normali la trazione è solo posteriore, poi il sistema si adatta automaticamente in base alle condizioni rilevate di aderenza e al comportamento del conducente.
Ev - spiega Kia - porta inoltre al debutto mondiale “un’innovazione tecnica molto importante: l’Integrated Drive Axle (Ida), ovvero l’integrazione del cuscinetto della ruota nell’albero di trasmissione. Una scelta di alta ingegneria che previene i difetti che si verificano nei collegamenti dell’albero di trasmissione e dei cuscinetti delle ruote e migliora, al contempo, la guidabilità e la manovrabilità grazie a un aumento della rigidità dell’asse”.

 

 


L’auto è facile da guidare e mostra un’ottima maneggevolezza, merito di un assetto notevole, un ampio raggio di sterzata e un sistema speciale di sospensioni perfettamente calibrato per offrire insieme sportività e ottimo comfort. Lo stesso sistema, tramite un accorgimento tecnico che regola le forze di smorzamento delle sospensioni e rileva le asperità del fondo stradale, è capace di garantire risposte differenti in base alle caratteristiche dei tracciati che vengono affrontati. Il conducente può accorgersi delle differenze soprattutto quando affronta strade particolarmente tortuose, in quanto la vettura aumenta di molto la sua reattività al volante, o quando viaggia su fondi sconnessi a bassa velocità, perché l’assorbimento delle asperità del fondo stradale appare migliorato.

 

 


A disposizione, inoltre, ci sono quattro modalità di personalizzazione della guida: Eco, Normal, Sport o Snow che permettono a EV6 di adattarsi a qualsiasi situazione, garantendo le risposte più adeguate. Ciascuna di queste configurazioni interviene principalmente sull’erogazione della coppia, sulla reattività e progressività dello sterzo, sul sistema Esc e sul consumo energetico.
La frenata rigenerativa è regolabile tramite delle levette poste sul volante con la possibilità di selezionare uno  tra differenti livelli (nessuno, da 1 a 3, i-Pedal o modalità automatica). La funzione iPedal è simile a quella già utilizzata con  successo da Nissan sulle Leaf e permette di guidare Ev6 come fosse un go-kart: la frenata, infatti, si comanda regolando soltanto l’acceleratore. Un sistema molto comodo soprattutto nella guida nei centri urbani.

 


EV6 - spiega Giuseppe Bitti, managing director  e coo di  Kia Italia - rappresenta un grande passo stilistico e tecnologica per Kia e diventa un pilastro della transizione del marchio nell’era dell’elettrificazione. Kia, entro il 2026, conta di lanciare ben undici veicoli elettrici e sta portando avanti un piano che, solo tra il 2021 e il 2025, prevede un investimento di 25 miliardi di dollari. Di questi undici veicoli, Ev6 è il primo e a breve sarà seguito da Ev9, un crossover della lunghezza di oltre 5 metri”.

 

 


Kia, infatti, ha progetti ambiziosi: trasformarsi in un marchio che, oltre a produrre veicoli innovati, offre e gestisce servizi e aumentare il suo prestigio alzando l’asticella dei concorrenti con i quali misurarsi. Ed EV6, a nostro avviso, per la Casa coreana costituisce davvero un notevole passo in avanti non solo tecnologico, ma anche della qualità offerta e percepita. E dimostra, a pieno titolo, che per Kia anche gli obiettivi più audaci sono ora raggiungibili.
Salvo incentivi e promozioni Kia Ev6 è offerta con un listino prezzi che parte da 49.500 euro; versioni 4Wd da 53.000; versioni 4ED GT da 69.500 euro. Previste formule K-Lease e offerto il programma 7+7+7 con garanzia di 7 anni con chilometraggio illimitato, manutenzione programmata a costo zero per lo stesso periodo, e 7 anni di servizi Kia Connect. Incluse agevolazioni Kia Charge per ricaricare a condizioni agevolate nella Ue con Enel e su rete Ionity. 

Sergio Casagrande

Twitter: @essecia