Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Da MG cinque proposte elettriche, ibride o benzina. Tutte a buon mercato

Prezzi e contenuti sono i punti di forza. In gamma suv, suv compatti e una station wagon full electric

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

Nasceva nel 1922, MG, al secolo Morris Garage, per anni simbolo della sportività made in UK. Dai primi telai Morris e Austin, sono nate delle bellissime cabrio, poi un lungo periodo di oblio, fino al 2015, anno in cui, il marchio inglese è entrato nella grande famiglia Saic.

 


Saic è quel gigante, primo costruttore di auto in Cina e settimo a livello mondiale, che solo nello scorso anno ha venduto la bellezza di 7 milioni di mezzi. Una famiglia che punta dritto a un futuro elettrificato, visione ovviamente incarnata anche nella rivisitazione del marchio MG, che però, nell’attesa di una totale capitolazione delle motorizzazioni endotermiche, oggi ha ampliato la gamma ZS, con due versioni esclusivamente alimentate a benzina. Ma andiamo per ordine.

 


Solo con l’elettrificato, MG finora non se l’è cavata male: 29.000 unità vendute, in Europa, nel 2020, con previsioni di 37.000 a fine 2021. 
In Italia, dove l’azienda è presente, praticamente, da soli 8 mesi, il 2021 dovrebbe chiudersi con un bottino da 1.000 unità, che dovrebbero quintuplicarsi il prossimo anno. Qui da noi, MG si è data da fare creando un team da zero acquisendo subito 20 persone ed ha creato, a tempo di record, una rete commerciale composta da 40 concessionari e 70 punti vendita. “Abbiamo fatto una promessa agli automobilisti europei”, aveva detto Matt Lei, CEO di MG Motor Europe: “Rendere la mobilità elettrica accessibile a tutti”. Oggi gli fa eco Andrea Bartolomeo, country manager per l’Italia: “Il nostro passato è scritto e noi riscriveremo il futuro in chiave green, ma c’è chi non è ancora pronto, ad abbracciare una mobilità totalmente elettrica, per questo abbiamo presentato la nostra ZS, con due motori benzina del gruppo”. 
In totale, al momento, la gamma MG si compone di quattro modelli, che diventano cinque, se si considera la metamorfosi endotermica della ZS.

 


Iniziamo da quella che può essere considerata l’ammiraglia di casa: Marvel R, un suv lungo 4.674 mm, con un bagagliaio che va dai 357 ai 1.396 litri, disponibile con trazione posteriore o integrale. La versione Performance 4WD è spinta da 3 motori, due dietro ed uno davanti, per un totale di 288 Cv e 655 Nm di coppia massima, in grado di trainare fino a 750 kg, ha 370 km di autonomia e fa uno 0-100 da 4,9 secondi; gli allestimenti Comfort e Luxury hanno la trazione posteriore, in questo caso va via il motore anteriore e restano solo i due montati dietro, la potenza massima scende a 180 Cv, con 410 Nm di coppia, ma ci guadagna l'autonomia, che arriva a 402 chilometri. La batteria è sempre da 70 kWh, affiancata ad un caricatore trifase da 11 kW, in grado di ricaricare anche in corrente continua, per un massimo di 92 kW, nel qual caso fa dal 5 all'80% in 43 minuti. 
Abbiamo testato la Performance, in tutte e tre le modalità di guida: normale, eco e sport. Inutile ricordare che le elettriche spingono tanto e subito e questa non fa eccezione. 

 


Gli Adas si fanno sentire tanto e sono un valido e affidabile aiuto; buoni sterzo ed assetto, nonostante la mole ed il peso del mezzo. I prezzi partono dai 32.550 euro.
In gamma c’è anche la HSE ibrida e tra l’altro, visto che il marchio sponsorizza la nazionale di Basket, ne è stata consegnata una al coach Romeo Sacchetti.

 

 

Poi, anche se non l’abbiamo provata, vogliamo parlare della MG5 Electric, perché si tratta di un modello, praticamente, unico nel suo genere: una rarissima wagon elettrica, con una lunghezza di 4.544 mm ed un bagagliaio che, abbattendo tutto, arriva a stivare 1.400 litri. La trazione è anteriore ed il motore eroga 156 Cv, con 260 Nm di coppia massima. Grazie ad una batteria da 61 kW, l’autonomia arriva a 400 km, anche questa può ricaricare in CC e fa l’80% del pieno in 30 minuti. I prezzi partono da 30.000 euro. 

 


Nell’attesa che la rete infrastrutturale sia pronta, per consentire una reale mobilità elettrica di massa, c’è ancora qualche anno ed il motore tradizionale termico rappresenta, per molti, l’unica soluzione possibile. Ecco quindi che ZS, un suv compatto da 4,30 metri, riaggiornato anche in chiave elettrica, si presenta con la possibilità di essere dotato anche di uno dei benzina made in Saic: un 1.0 turbo GDI da 111 Cv (abbinabile a cambio 6 marce manuale o automatico, sempre a 6 velocità); e un 1.5 aspirato VTI tech da 106 Cv (questo disponibile solo con manuale a 5 rapporti). Entrambe le motorizzazioni le abbiamo testate in strada: la turbo automatica è indubbiamente più pronta e, soprattutto più comoda da guidare, ma l’aspirata non è troppo distante, peccato sia solo in manuale. Il prezzo d’attacco è davvero intrigante: si parte da 13.950 o rate da 99€ al mese. 

 


E, infine, in gamma c’è la ZS EV elettrica, che ora offre scelta tra due pacchi batteria: quella con il pacco batteria long range ha 70 kWh e un motore da 156 CV, per un’autonomia di 440 km, con caricatore trifase da 11 kW; 50,3 kWh invece per quella con pacco standard range, che offre un’autonomia di 320 km perché ha un motore più potente e tira fuori 177 Cv, mentre il caricatore è da 6,6 kW. Su una colonnina a corrente continua (il massimo è 92 kW), bastano solo 40 minuti, per caricare la batteria dal 5% all'80%. I prezzi partono da 33.490 euro. Da segnalare, infine, che le MG hanno una garanzia, anche per le batterie, di 7 anni o 150.000 km
Giovanni Massini