Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Range Rover tutta nuova: motori mild hybrid e plug-in, v8 da 530 cv

E nel 2024 la versione a trazione full elecrtic

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

Non si fa altro che parlare di elettriche e la nuova Range Rover (quinta generazione) segue la tendenza, con una gamma di motorizzazioni elettrificate ed un’elettrica pura, che dovrebbe arrivare nel 2024. Ma andiamo per ordine. Questa quinta generazione di “Range” nasce su una architettura longitudinale modulare flessibile (MLA-Flex), che offre una rigidità aumentata fino al 50% ed è nata per ospitare cerchi enormi, da 23 pollici, con combinazioni ruota/pneumatico da 815 mm di diametro. Due i passi a disposizione: normale (2.997mm) per una lunghezza di 5.052 mm e lungo (3.197mm) da 5.252 mm. La sterzata è integrale, nel senso che l’asse posteriore, fino a 50 km/h, va in controfase, poi gira in fase, assicurando facilità di manovra a bassa velocità e tenuta quando si va forte. Il nuovo Dynamic Response Pro, sistema elettronico di controllo attivo del rollio a 48 volt, agisce più velocemente dei precedenti sistemi (1.400 Nm entro 200 millisecondi) e gestisce al meglio l’accelerazione laterale. Le sospensioni sono pneumatiche e gestite da un software di controllo di nuova generazione, che utilizza anche i dati di navigazione eHorizon, oltre ad una rete di sensori, per scannerizzare la strada ed adattare l’auto a qualsiasi eventualità.

 

 

Qualche esempio: passaggio automatico in modalità Dynamic quando il sistema Forward Collision Warning rileva un rischio di collisione; adattamento dell’assetto, quando si sta per affrontare una curva; collegamento all'Adaptive Cruise Control, per far fronte a qualsiasi beccheggio causato dalle variazioni della velocità. La trazione (All-Wheel Drive iAWD)  è ovviamente integrale, del tipo on-demand, ma intelligente, controllata da un sistema, che monitora i livelli di aderenza 100 volte al secondo, per ottimizzare la distribuzione della coppia tra gli assi. Le 4 ruote motrici sono sempre in presa: durante la guida in off-road, in partenza da fermo e con tempo freddo (sotto i tre gradi Celsius). Di serie, c’è un differenziale posteriore con bloccaggio attivo, abbinato al Torque Vectoring by Braking ed insieme forniscono la coppia massima disponibile alla ruota posteriore, che ha la massima aderenza. Per quanto riguarda la capacità off road, c’è il “Terrain Response 2”, che regola e controlla proprio tutto, dai freni alle sospensioni.

 

 

 

Oltre ai classici sistemi di assistenza per le partenze in salita e controllo della velocità in discesa, la nuova Range ha anche la funzione “Wade”, che blocca la trasmissione, imposta l'altezza di marcia al massimo e chiude tutte le prese d'aria dell'abitacolo, per consentire guadi fino a 900 mm. L’infotainemnt e la connettività, sono al top e, oltre ad un Amazon Alexa perfettamente integrata, che garantisce comandi vocali intuitivi, c’è la possibilità di parcheggiare l’auto da remoto. Vediamo la gamma motori, al momento mild-hybrid a 48 Volt, con unità termiche benzina e diesel. I Plug-in PHEV “Extended Range” (fino a 530 Cv), non disponibili al lancio, abbinano l’Ingenium benzina a sei cilindri in linea da 3.0 litri, ad un elettrico da 105 kW, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 38,2 kWh, per una capacità, in solo elettrico, che sfiorerà i 100 km. Per il resto, in gamma, troviamo motori benzina e diesel, da 3.0 a 4.4 litri, per potenze che vanno dai 249 ai 530 Cv. L’auto è già ordinabile ed i prezzi partono da 124.300 euro.

Giovanni Massini