Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bmw, la Serie 2 Active Tourer si rinnova: gamma da 136 a 218 cv con automatico a 7 rapporti e trazione anteriore

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

La Bmw aggiorna la monovolume di casa, al secolo: “Serie 2 Active Tourer”. Crescono un po’ le dimensioni: 4386 mm di lunghezza e 1824 di altezza ed aumenta lo spazio interno ed il bagagliaio che, secondo allestimenti, va dai 470 al 1.455 litri. Le linee sono un po’ più tese e muscolose, con fari a Led di serie, mentre gli adattivi con illuminazione in curva, sono optional. L’evoluzione maggiore è sugli interni, strutturati intorno ad un “Curved Display”, preso direttamente dalla Ix e debutta, per la prima volta su una compatta, il sistema di controllo/operazione iDrive, basato sul BMW Operating System 8. In quanto ad elettronica, sono disponibili gli stessi sistemi delle sorelle maggiori.

 

 

Vediamo la dotazione di serie: Cruise Control con funzione di frenata, Lane Departure Warning, Evasion Assistant ed avviso di collisione frontale ed assistente al parcheggio con telecamera per retromarcia. La gamma motori, da subito, comprende due mild-hybrid, con sistema a 48 Volt, mentre i plug-in arriveranno la prossima estate (la commercializzazione è prevista per febbraio 2022). La 223i, monta un 4 cilindri benzina di 2.0 litri, abbinato ad un elettrico, integrato nel cambio automatico, per un totale di 218 Cv (204 CV termico e 19 CV l’elettrico) per consumi dichiarati (protocollo WLTP) di 6,6 litri per 100 km, su combinato; la 220i monta il 3 cilindri da 1.5 litri, per una potenza complessiva di 170 Cv (156 il termico e sempre 19 l’elettrico), per consumi combinati medi di 6 litri per 100 km.

 

 

Sempre 3 cilindri benzina di 1.5 cmc, la 218i, per 136 Cv. Non manca il diesel, sulla 218d, da 150 Cv, per consumi vicini ai 4,8 litri per 100 km. Tutte le motorizzazioni sono accoppiate ad un cambio automatico a doppia frizione e 7 rapporti ed alla trazione anteriore. Per i clienti più esigenti, c’è l’immancabile opzione del pacchetto Sport.

Giovanni Massini