Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Al volante del nuovo Nissan Qashqai, iniezione di tecnologia e più comfort

Anche la terza generazione appare lanciata sulla strada del successo. Nostro test alle Tekna e Tekna+ 2Wd. E presto una ePower, elettrica 100% che si autoricarica

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Primo contatto diretto col nuovo Nissan Qashqai, terza generazione del crossover che per primo e per molti anni ha dominato le classifiche di vendita.. Diciamo subito che le prospettive per replicare il successo ci sono tutte. Nuovo Qashqai mostra, infatti, qualità che lo pongono immediatamente tra le proposte più interessanti del momento nel suo segmento. E non solo.

 


I passi in avanti rispetto alla generazione che va a sostituire sono notevoli, soprattutto in fatto di comfort, guidabilità, prestazioni e tecnologia applicata. Merito di una progettazione specifica per il mercato europeo che ha voluto rispondere in pieno alle nuove esigenze di rispetto ambientale e alle richieste di veicoli sempre più tecnologicamente avanzati. “Col nuovo Qashqai - ha spiegato con orgoglio nel presentare il modello Guillaume Cartier, presidente della regione Amieo (Africa, Medio Oriente, India, Europa e Oceania) di Nissan - abbiamo grandi ambizioni. E la prima è quella di soddisfare in pieno tutti i clienti”. Col nuovo Qashqai, d’altronde, Nissan si gioca molte carte importanti per il futuro: "Qashqai è un modello che - come ricorda Luisa Di Vita, direttore della comunicazione di Nissan Italia - ha venduto più di 5 milioni di esemplari, dei quali 3 solo in Europa. E per mantenere ancora alti i livelli è ovvio che era necessario guardare avanti migliorando ulteriormente”. Ecco, quindi, che unitamente a una rivisitazione totale del design c’è stata anche una svolta epocale nei contenuti offerti.

 


Ma andiamo per ordine. Per quanto riguarda il look, Qashqai svolta su linee più marcate ma allo stesso tempo più sobrie. David Moss, senior vicepresidente della ricerca e dello sviluppo del Nissan Technical Centre Europe, rivela che il nuovo Qashqai nasce su CMF-C, una piattaforma totalmente inedita e innovativa. Mentre Matthew Weaver, vicepresidente del design di Nissan Europe, sottolinea che proprio “il design ora non ha più solo funzione estetiche, ma anche dinamiche”. Certe scelte, dice, sono state fatte proprio per accentuare l’aerodinamicità e l’assetto del veicolo: le prese d’aria che compaiono sul frontale e molte linee nette visibili sulle fiancate, ad esempio, hanno una funzione finalizzata alla massima efficienza aerodinamica. E sempre alla massima efficienza aerodinamica è volta la scelta di componenti e soluzioni che hanno permesso al veicolo di alleggerirsi di ben 60 chili di peso rispetto alla generazione precedente. I nuovi fari anteriori, a forma di boomerang, sono una caratteristica inconfondibile del veicolo, come la coda a taglio netto sotto il lunotto e con l’ampia scritta cromata Qashqai al centro.

 


Nell’abitacolo spiccano un ponte di comando totalmente riprogettato e l’inserimento di particolari di pregio, come l’uso sul cruscotto di legni lavorati alla maniera delle più antiche arti ebaniste giapponesi. Lo spazio vitale per gli occupanti appare cresciuto, come è cresciuto (di ben 74 litri, arrivando a 504 di capacità totale) il bagagliaio.
E veniamo ai cuori e all’anima. In Italia la gamma si presenta esclusivamente a benzina-elettrificata.

 

 

La commercializzazione parte con 2 mild hybrid 1.300, 4 cilindri, da 140 o 158 Cv. L’articolazione con cambi manuali 6 marce, un nuovo cambio automatico cvt denominato Xtronic, trazione anteriore, trazione integrale, si traduce in 4 differenti possibilità di scelta: 140 Cv 2WD cambio manuale; 158 Cv 2WD cambio manuale; 158 Cv Xtronic 2WD e 159 Cv Xtronic 4Wd. Cinque, invece - annuncia Marco Puricelli, capo ufficio stampa di Nissan Italia -, i livelli di allestimento: Visia, Acenta, N-Connecta, Tekna e Tekna+ per chi vuole il massimo dei massimi. Nel corso del 2022, poi, è annunciato l’arrivo di una motorizzazione rivoluzionaria: un propulsore ePower capace di funzionare totalmente in elettrico, senza spina perché non ha la necessità di caricare la vettura con un cavo. Il motore elettrico, infatti, sarà in grado di autoricaricarsi e di contare sulla ricarica offerta da un propulsore termico ausiliario che entrerà in funzione solo per questo specifico scopo. Una tecnologia già applicata con successo da Nissan in Giappone che annulla totalmente l’ansia da ricarica.

 


Ricco l’equipaggiamento di bordo. La terza generazione di Qashqai è infatti dotata di tutte le più innovative funzioni di assistenza alla guida e connettività. Disponibile il nuovo sistema Pro Pilot con Navi-link capace ora di leggere anche i segnali stradali e di acquisire informazioni dal sistema di navigazione per regolare la velocità di marcia in prossimità di curve e rampe. Perfezionato pure il Moving Object Detection per evitare collisioni in retromarcia. Debutta, poi, un Head Up Display dalle dimensioni mai viste prima, capace di proiettare informazioni sul parabrezza per il conducente in un’area di 10,8 pollici. Di serie il controllo dinamico con selezione della modalità di guida. Bello e personalizzabile il quadro strumenti digitale da 12,3 pollici Hd. E sistema di infotainment touch Hd da 9 pollici. Da segnalare che nel carnet a disposizione dei colori viene inserito per la prima volta uno splendido grigio metallizzato dall'insolito effetto pastello (lo mostriamo in alcune foto di corredo a questo articolo - ndr).
Intanto abbiamo messo alla prova il nuovo Qashqai con le motorizzazioni 140 Cv 2WD cambio manuale; 158 Cv 2WD cambio manuale; 158 Cv Xtronic 2WD.

 


140 Cv 2WD Tekna - Già con il motore di attacco abbinato al cambio manuale il nuovo Qashqai mostra tutti i miglioramenti del modello. Il propulsore è equilibrato e silenzioso. Regala un buon piacere di guida sia in città che sui tratti tortuosi extraurbani. Il comfort appare notevole e il sistema di sospensioni si fa apprezzare per un’ottima capacità di risposta (tutti gli allestimenti, contano su una configurazione posteriore a ponte torcente, Tekna+ 4Wd escluso perché ha il Multilink) . Buona la tenuta di strada ed evidente l’incremento della silenziosità rispetto alla generazione precedente. Lo sterzo ora è più preciso e diretto, merito di interventi specifici voluti dagli ingegneri Nissan.

158 CV 2WD Tekna - I pregi della versione precedente vengono esaltati da 18 Cv in più che regalano al Qashqai risposte più pronte soprattutto nelle riprese. 

 


158 CV 2WD XTronic Tekna+- Qui, anche se la trazione integrale è assente, siamo davvero al top. L’allestimento Tekna+ offre di tutto e di più, compresi i sedili anteriori con funzione massaggiante. Il comfort si eleva alla massima potenza insieme al piacere di guida, merito in quest’ultimo caso del cambio XTronic dalle prestazioni un tempo impensabili per un Cvt. XTronic, infatti, è capace di mutare il comportamento adattandosi allo stile di guida del conducente e alle necessità del percorso: in città offre tutti i pregi della variazione continua, ma se è chiamato a forti accelerazioni o ad affrontare tratti tortuosi si comporta degnamente e alla pari di un automatico doppia frizione a 6 rapporti. Le differenze di prezzo delle versioni con cambio XTronic, a nostro avviso, sono tutte giustificate. E da affrontare se si hanno le possibilità e se si vuole un Qashqai con la Q davvero maiuscola.
Prezzi da 25.500 a 42.690 euro.

Sergio Casagrande

Twitter: @essecia