Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

DS9, trazione integrale, tanto comfort e una carica cavalli

Per la 4x4 360 Cv, per la sola trazione anteriore 225. Presto anche una versione da 250

  • a
  • a
  • a

La DS9 verrà commercializzata con una gamma motori, che comprende 4 unità, tre ibride plug-in ed una benzina, che però qui da noi non arriverà. Per la precisione: al momento è disponibile solo l’anteriore da 225 Cv, l’integrale è ordinabile ed i primi esemplari arriveranno a fine anno. Ma facciamo un passo indietro. Il brand DS, per il gruppo Psa (ora Stellantis) rappresenta il massimo dell’espressione tecnologica e del lusso, caratteristiche che ben si abbinano ad una vera ammiraglia, come la DS9. Una berlinona di segmento “D”, spicchio di mercato per tanto tempo dimenticato dal pubblico, ma che sta dando seri segni di risveglio. Il segmento “D premium”, infatti, quello un po’ più lussuoso, qui da noi raggiunge il 28,4% dei modelli “Premium”, di cui il 15% è popolato proprio dalle berline. Tornando a noi, abbiamo a che fare con un’auto nata dalla stessa piattaforma della Peugeot 508, la MP2, ma che raggiunge i 4.934 mm di lunghezza. Tanto spazio e tanto comfort per passeggeri anteriori e posteriori, con sedili che fanno di tutto, lavorazioni in pelle da maestri pellai e tante soluzioni al top di gamma. Non parliamo neanche di infotainment, sistemi di sicurezza e audio, davvero stratosferico, affidato da un Focal con 14 altoparlanti. La 2WD abbina un termico di 1.6 litri ad un elettrico, per un totale di 225 Cv e 360 Nm di coppia.

 

Una batteria agli ioni di litio da 11,9 kWh, garantisce un’'autonomia in elettrico, intorno ai 50 km. Tutte le versioni adottano un cambio automatico, con modalità sequenziale e paddles al volante, ad 8 rapporti. In strada l’auto è un vero salotto, con un assetto invidiabile, grazie ad un sistema che visualizza la strada e manda informazioni ad una centralina, che regola l’assetto. C’è anche un sistema di visione notturna, che individua pedoni ed altri oggetti più alti di 50 Cm e, all’occorrenza, attiva la frenata automatica d’emergenza.

 

Entro la fine dell’anno, dovrebbe arrivare un’altra versione della plug-in a trazione anteriore, da 250 Cv. L’integrale si basa sullo steso schema, ma è tutt’altra auto e non solo per la potenza: in questo caso i motori elettrici sono 2, ce n’è uno anche dietro, la potenza sale a 360 Cv, con una coppia massima di 520 Nm, per uno 0-100 da 5,6 secondi; le carreggiate sono state maggiorate (+ 24 mm sull’anteriore e 12 sul posteriore), i dischi freni passano da 330 a 380 mm e tutto l’assetto risulta più sportivo. Anche se cala un po’ l’autonomia in solo elettrico (il CO2 resta comunque intorno ai 41 g/km), la reattività dell’assetto e, soprattutto, la precisione dello sterzo, sono tutt’altra cosa.  I prezzi della DS9 partono dai 59.200, ma si può optare per l’offerta “Free2Move Lease”: 5.000 euro di anticipo e rate da 500 euro al mese.

G.P.