Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nasce Software Republic per la mobilità del futuro

Atos, Dassault Systemes, Gruppo Renault, STMicroelectronics e Thales uniscono le forze

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

Al momento sono in 5, a gettare le basi di Software Republique. La sede è quasi pronta, dovrebbe essere operativa a settembre (Covid permettendo) ed è in Francia, a Saclay (praticamente in casa Renault). Ora vediamo di capire di cosa si tratta: una sorta di sistema open source, per gettare le basi della futura mobilità intelligente e sostenibile. Vediamo chi sono i magnifici cinque, cui si aggiungeranno, sicuramente, altri partner, in corso d’opera: in primis il Gruppo Renault e non c’è bisogno di presentazioni; Atos, leader in trasformazione digitale, con 105.000 dipendenti e un fatturato annuo di oltre 11 miliardi di euro; Dassault Systèmes, specializzato nella realizzazione di modelli virtuali in 3D, con oltre 290.000 clienti di tutte le dimensioni, in tutti i settori, in più di 140 paesi; STMicroelectronics, produttore di dispositivi indipendente, con oltre 100.000 clienti e migliaia di partner; Thales, leader globale nelle tecnologie avanzate (dall’informatica, all’intelligenza artificiale), con 81.000 dipendenti in 68 paesi ed un fatturato di 17 miliardi di euro, al 2020. Lo scopo, dunque, è quello di unire le forze, per sviluppare e commercializzare sistemi e software, allo scopo di fornire un modello di mobilità evoluto, non solo ai cittadini, ma anche a città, regioni ed imprese. Stando ai dati forniti dal Boston Consulting Group: il mercato della mobilità globale crescerà del 60% entro il 2035, raggiungendo gli 11.000 miliardi di euro. Il che, tradotto in termini comprensibili, significa: investire in mobilità connessa, veicoli elettrici o comunque ecologici, soluzioni intelligenti, che rivoluzioneranno tutti gli ambiti del trasporto. Le principali aree di cooperazione di Software Republique, al momento, sono 3: realizzazione di sistemi intelligenti, per una connettività sicura; sistemi di simulazione e gestione dati, per ottimizzare i flussi; rivedere l’ecosistema energetico per semplificare l'esperienza di ricarica. Luca De Meo, ceo di Renault, ha parlato di: “Trovare il coltellino svizzero della tecnologia, attraverso un sistema orizzontale, totalmente aperto”.

Giovanni Massini