Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Toyota, il presidente svela la bufala auto elettrica: aumentano inquinamento e caro produrle

Redazione iM
  • a
  • a
  • a

Sta destando clamore in tutto il mondo la notizia che il numero uno di Toyota ha dichiarato che i vantaggi delle auto elettriche sono in realtà sovrastimati. Per gli addetti ai lavori, comunque, non è una novità, perché quanto afferma il presidente Toyota è in verita ben conosciuto da chi è al dentro del mondo dei motori. Ma sentirlo dire dal presidente di una grande casa costruttrice sta colpendo l'opinione pubblica che non si è mai fidata delle critiche finora fatte e, da sempre, è convinta che l'auto elettrica possa essere - allo stato attuale - la panacea di tutti i mali ambientali del pianeta,,,

Per Toyota, quindi, «i vantaggi delle auto elettriche sono sovrastimati». Anzi. «Più auto elettriche si costruiscono, peggiori saranno le emissioni di biossido di carbonio». A sostenerlo è proprio il presidente di Toyota Motor Corp, Akio Toyoda, che - riporta l'Adnkronos il 19 dicembre 2020  riferendo di un servizio del Wall Street Journal, ha definito "eccessivo il clamore "che circonda l’auto elettrica. Per Toyoda, infatti, i sostenitori dei veicoli elettrici non considerano le emissioni di anidride carbonica generate dalla produzione di elettricità e i costi delle transizione verso questo mezzo. Toyoda ha rilevato anche che se il parco auto giapponese fosse interamente composto da auto elettriche, il Giappone resterebbe privo di energia elettrica già in estate. Il presidente di Toyota ha sottolineato inoltre che nel caso in cui il Giappone vietasse troppo rapidamente l’utilizzo delle auto a carburante il modello di business dell’industria dell’auto rischierebbe di collassare per colpa dei costi di produzione molto più alti. Il presidente di Toyota ha infine sostenuto che in un Paese come il Giappone che produce buona parte della propria elettricità dal carbone e dal gas naturale, i veicoli elettrici non aiuterebbero l’ambiente. E la situazione del Giappone è molto simile alla maggioranza dei Paesi del Globo, Italia compresa. Anzi, l'Italia non ha neppure centrali nucleari.

Il presidente Toyota, comunque non parla di  altri particolari negativi delle auto elettriche noti a tutti gli addetti ai lavori del mondo dei motori: il costo di un "pieno di energia elettrica" per un'auto anche piccola sta ormai superando in molti Paesi anche quello dei carburanti tradizionali, a cominciare dal gasolio; la necessità di rinnovare periodicamente i pacchi batterie per avere prestazioni immutati e i rischi ambientali dovuti allo smaltimento delle stesse batterie.

P.S.: gli scettici sappiano che, comunque, Toyota è stata la prima casa al mondo a puntare, su larga scala, sull'elettrificazione delle proprie autovetture di gamma.