Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuova Nissan Juke, evoluzione tecnologica

Alla guida della versione N-Design con cambio automatico

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Ha cambiato volto, ma l’anima anticonformista l’ha mantenuta. Nissan Juke è giunta alla sua seconda generazione, modellata sulla piattaforma modulare Cmf-B del gruppo Renault Nissan che costituisce la base anche delle nuove Micra, Clio e Captur. Il design si è evoluto; le misure sono cresciute. Sul muso campeggia la nuova calandra V-Motion di famiglia; e l’abitacolo appare più ampio e confortevole. Un’iniezione tecnologica, poi, l’ha arricchita di numerosi dispositivi elettronici che ne elevano il grado di sicurezza e la facilità di guida. Un salto in avanti, quindi, per il suv-crossover compatto di casa Nissan che abbiamo potuto testare, in una prova di guida reale, con la versione N-Design spinta dall’unico motore in gamma: il turbo benzina Dig-T 3 cilindri, 12 valvole, iniezione diretta, 999 cc, 86 kW, 117 CV, abbinato a cambio automatico, doppia frizione, 7 rapporti (a disposizione, comunque, c’è anche cambio manuale a 6 rapporti).

 

 

La prima sorpresa l’abbiamo avuta dagli spazi interni: 5 i posti a disposizione, tutti sfruttabili. E ottime e gradevoli le finiture, a cominciare da quelle dei sedili, bicolori e trendy. 
Ampio anche il bagagliaio, modulabile (si può ampliare agendo sul divanetto posteriore sdoppiato) e con un ripiano rimovibile. Caratteristiche, quindi, idonee a fare di Nissan Juke una vettura utile per la città, come per i viaggi fuori porta anche di una famiglia media.


 


La posizione di guida è rialzata e dà l’impressione di poter dominare la strada. Il volante, rivestito in pelle, concentra i principali comandi dell’infotainment, dei servizi e del computer di bordo. E presenta la coppia di palette per i comandi sequenziali del cambio. Quest’ultimo rende la guida particolarmente fluida e può mutare le sue risposte in base ai programmi di guida selezionabili con il pulsante D-Mode collocato nel tunnel centrale. Il D-Mode influisce anche (e soprattutto) nel comportamento del propulsore. Si può infatti selezionare una guida Eco per favorire l’efficienza dei consumi; Standard se si vuole avere il miglior bilanciamento tra quest’ultimi e le prestazioni; Sport per un’iniezione di adrenalina.

 

 

Per quanto riguarda i consumi Nissan dichiara 5,1 litri di benzina per 100 chilometri; e con l’utilizzo del programma di guida Eco, su tratti extraurbani, ci siamo realmente avvicinati a questo risultato, migliorandolo anche con velocità di crociera non superiori ai 90 chilometri orari.



 

A disposizione gli Adas più evoluti e importanti per la migliore assistenza alla guida, dalla frenata d’emergenza con il riconoscimento di pedoni e ciclisti, al mantenimento delle distanze dai veicoli che precedono; dal controllo e il contenimento della marcia in corsia, all’avviso di possibili pericoli negli angoli ciechi; dal sistema di riconoscimento della segnaletica stradale, al dispositivo di allerta in caso di stanchezza rilevata del guidatore.


 


Le manovre di parcheggio, poi, sono agevolate dal sistema di video monitoraggio a 360 gradi che, oltre a offrire una vista panoramica di ciò che si trova attorno a Juke, è in grado di gestire autonomamente le manovre di ingresso e di uscita dallo spazio di sosta. Presenti anche dispositivi per  incrementare la tenuta di strada, regolarizzare i regimi e la coppia del motore alle caratteristiche del percorso che si sta affrontando e facilitare le partenze in salita.

 

 


Completano la dotazione elettronica: un sistema di navigazione - infotainment particolarmente evoluto caratterizzato da un display touchscreen collocato sul ponte di comando; e l’impianto hi-fi Bose Personal Plus con altoparlanti integrati anche nel poggiatesta del guidatore e del passeggero per un audio tridimensionale.

 


Una nuova Nissan Juke, quindi, al passo con i tempi e pronta a conquistare ampie fette di mercato nel suo segmento. E non solo. Gamma Nissan Juke da 20.070 euro, salvo incentivi o agevolazioni. Versioni N-Design da 24.270 euro.
Sergio Casagrande

Twitter: @essecia