Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuova Opel Mokka, più compatta e supertecnologica

Motori benzina e diesel da 100 a 130 Cv e da subito l'elettrica da 136 Cv

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

Anteprima mondiale per la nuova Opel Mokka, ma noi l’abbiamo potuta seguire solo via YouTube e, nonostante l’esaustiva trattazione esplicativa, se l’auto non la tocchi con mano, purtroppo non la capisci.... Detto questo, passiamo comunque a una nota informativa su quanto rivelato, in attesa di poterla guidare, sul serio.

 

Vediamo i punti salienti di questo nuovo modello: da subito la versione totalmente elettrica; al momento niente ibridi, ma restano in gamma benzina e diesel; tanta digitalizzazione nell’abitacolo; a differenza dell’attuale tendenza al “gigantismo”, che porta quasi sempre a far crescere i nuovi modelli, la Mokka perde qualche cosa in lunghezza. “E’ un’auto che abbiamo creato da zero”, ha detto Michael Lohscheller, Ceo di Opel ed è vero. Anche se il look resta perfettamente riconoscibile, l’auto, come anticipato, si presenta con sbalzi più contenuti e passa dai precedenti 4.28 metri di lunghezza, agli attuali 4.15. Tra i dettagli, si nota il nuovo “fulmine”, simbolo della casa: “L’Opel Blitz”.

 

Grosso lavoro fatto per gli interni, quasi totalmente digitalizzati, con la strumentazione che si gioca su 2 pannelli, a prima vista, abbastanza semplici da utilizzare. Fin da subito, in gamma, c’è la versione elettrica, che monta lo stesso gruppo propulsore utilizzato dalla Corsa ed anche dalle cugine francesi, del gruppo PSA: motore da 136 Cv, con 260 Nm di coppia massima e batteria da 50 kWh, per un’autonomia di 324 km (ciclo WLTP). La ricarica veloce, con centraline da 100 kW, si fa in 30 minuti, per l’80%. Noi abbiamo avuto modo di testare la Corsa, come anche la 208: sono risultate piacevoli da guidare, con un’autonomia, reale, che supera comunque i 250 km.

 

Passiamo ai termici: il 1.5 diesel eroga 110 Cv, abbinato a un manuale a 6 rapporti, i due benzina sono da 100 e 130 Cv, quest’ultimo disponibile anche con cambio automatico ad 8 rapporti. I sistemi di sicurezza includono: l’Advanced Cruise Control e l’Acrive Lane Positioning; il freno di stazionamento elettrico; il riconoscimento della segnaletica stradale ed i fari Matrix, che riconoscono le auto che precedono o che s’incrociano e regolano automaticamente i led, per non dare fastidio (praticamente si può viaggiare sempre con gli abbaglianti). In fatto di infotainment, sono disponibili: l’Opelconnect, il myOpel ed il Free2move Services. I prezzi, per le versioni termiche, partono da 22.000 euro, per l’elettrica ce ne vogliono 34.000, ma con i contributi, si porta a casa con 23.000 euro. 

Giovanni Massini