Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nissan Leaf, l'elettrica con la magìa e la comodità dell'ePedal

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

La nuova generazione di Leaf, la due volumi e mezzo elettrica, 5 porte, di Nissan, ha introdotto un nuovo dispositivo dal nome curioso, ma dalle prestazioni sorprendenti: l’e-Pedal.
L’e-Pedal trasforma il pedale dell’acceleratore in una sorta di unico regolatore del gas e del freno.
Attivandolo (basta agire su un’apposita levetta posta nel tunnel centrale dell’auto, a fianco del pulsante del sistema di parcheggio automatico) si abbina automaticamente ai vari programmi di guida della vettura e, sia per accelerare che per frenare, è sufficiente modulare la pressione mantenendo un piede solo sul pedale dell’acceleratore.

 

Nessuna paura, quindi: in pratica è come guidare la macchinina elettrica a gettone con cui ci divertivamo da bambini. E, superato l’impaccio iniziale, bastano pochi minuti per apprezzarne i benefici ed entrare in sintonia con questo dispositivo.
Agendo sul pedale dell’acceleratore, quindi, siamo in grado di aumentare la velocità; diminuirla energicamente con un rilascio improvviso fino a frenare completamente anche se si è in pendenza; oppure rallentare dolcemente, semplicemente calibrando la pressione. E, nel caso di dover ricorrere a una frenata brusca resta, comunque, sempre disponibile la possibilità di agire anche sul pedale tradizionale del freno.

 


Il tutto, una volta appresa la tecnica dell’uso del pedale e compresi gli effetti della calibrazione della pressione sull’ePedal, si traduce in una guida più confortevole, soprattutto in città. E si ottiene contemporaneamente una ottimizzazione del sistema di recupero di energia della vettura, in quanto a ogni decelerazione scatta immediatamente l’autoricarica della Leaf.
Lo stile di guida, comunque, resta - come per tutte le vetture elettriche - fondamentale per ottenere la massima autonomia. Vuol dire che se le accelerazioni e le velocità di marcia resteranno elevate, l’ePedal non potrà di certo fare miracoli.

Ma se l’obiettivo non è stabilire record su pista o farsi un’iniezione di massima adrenalina sicuramente non se ne potrà fare a meno. Anche perché l’ePedal è in grado di funzionare in piena sintonia con tutti i programmi di marcia (Drive, Drive Eco, e B-Mode B-Mode eco a massimo risparmio energetica) e con tutti i sistemi di sicurezza di cui è dotata la Leaf a cominciare dal Nissan Pro Pilot.
Quest’ultimo racchiude e governa automaticamente una serie di telecamere e dispositivi Adas all’avanguardia: basta premere un tastino con un’icona blu posto sul volante e l’auto sarà capace automaticamente di vigilare alla sicurezza della guida effettuando automaticamente anche una serie di interventi, come mantenere una distanza di sicurezza dal veicolo che precede fino addirittura a fermarsi e ripartire in caso di traffico. Oppure può contribuire efficacemente al mantenimento del centro della corsia o al controllo degli angoli morti della vettura.

Sergio Casagrande

Twitter: @essecia