Neo-analfabeti e democrazia

Neo-analfabeti e democrazia

02.06.2014 - 14:27

0

Un tempo erano consapevoli di non sapere nè leggere né scrivere. Ora sono diversamente analfabeti ma non lo sanno. Scrivono il proprio nome, scambiano messaggi sui social, inviano sms, ma non sono capaci di "comprendere, valutare, usare e fare (…) testi scritti per intervenire attivamente nella società". Dice queste cose l'Ocse, cioè l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico che attribuisce al nostro Paese la maglia nera di "analfabeti del nuovo millennio". Tre italiani su dieci sono in questa condizione, ultimi in Europa; a livello mondiale, peggio di noi il solo Messico. In buona sostanza, costoro non comprendono il senso di un articolo pubblicato su un quotidiano, non sono capaci di riassumere e di appassionarsi ad un testo scritto, non in grado di interpretare un grafico. Di conseguenza non leggono un libro, non sfogliano un quotidiano che non sia quello sportivo. Si chiama "analfabetismo funzionale" e designa l'incapacità di usare in modo efficiente le abilità di scrittura, lettura e calcolo nelle situazioni di vita quotidiana. Intorno a questa rilevazione dell' Ocse, si sono ovviamente avanzate ipotesi diverse e differenti attribuzioni di colpe , a cominciare dalla solita scuola: un po'semplicistico e, comunque, facile. La stessa tecnologia gioca un ruolo non indifferente per colmare le lacune degli ignoranti. Il navigatore satellitare, per dirne una, non stimolerà mai a esplorare un atlante. Certo benessere si acquista online e appare del tutto superfluo quel sapere che si acquisisce, invece,con fatica e impegno. Basta un clic e via: a che serve più leggere, riflettere, analizzare e approfondire? Altrettanto approssimativo, però, attribuire le colpe alla tecnologia: questa fa semplicemente il proprio mestiere. Diciotto milioni di Italiani, stando alle rilevazioni Ocse, non sarebbero allora in grado di vagliare criticamente il quotidiano bombardamento mediatico. Si farebbero "invadere" dalle notizie loro propinate senza capacità di reazione, assorbirebbero senza fiatare i messaggi di coloro che ogni giorno "bucano" i teleschermi. In breve, un plagio sociale. Se l'Ocse avesse ragione e poiché democrazia non è pura sommatoria di teste, ma la risultante del loro ragionare, valutare e criticare, quale il reale valore democratico di una consultazione elettorale?
robertograndis@infinito.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta dal premier Conte. Il video
IL CASO

Video Sandra Milo si incatena a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte (video Askanews). Dopo un iniziale rifiuto infatti il premier ha fatto entrare l'attrice (87 anni) che nel frattempo si era legata a una delle transenne che chiudono la piazza. Nei giorni scorsi, l'attrice aveva avviato uno sciopero della fame per richiamare l'attenzione sulle difficoltà degli artisti e delle partite Iva e ...

 
Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati”

Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati”

(Agenzia Vista) Liguria, 27 maggio 2020 Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati” “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati” queste le parole di Giovanni Toti, Presidente della Liguria, durante la conferenza di aggiornamento dei dati sul contagio da coronavirus nella Regione. Facebook Toti Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Proteste a Marsiglia dopo che Francia vieta l'idrossiclorochina

Proteste a Marsiglia dopo che Francia vieta l'idrossiclorochina

Marsiglia, 27 mag. (askanews) - I residenti protestano fuori dall'Ihu Mediterranée Infection hospital a Marsiglia dopo che la Francia ha vietato le cure con l'idrossiclorochina per i malati di Covid-19. L'istituto guidato dal professore Didier Raoult ha tuttavia annunciato che continuerà i trattamenti sui pazienti più adatti. Dalla scalinata dell'ingresso, che all'inizio della pandemia era piena ...

 
Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta dal premier Conte. Il video

IL CASO

Video Sandra Milo si incatena a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte (video Askanews). Dopo un iniziale rifiuto infatti il premier ha fatto entrare l'attrice (87 anni) ...

27.05.2020

Uomini e Donne, l'entrata dell'Alchimista in studio per la prima volta senza maschera. Il video

L'Alchimista si chiama Davide

TELEVISIONE

Uomini e Donne, l'entrata dell'Alchimista per la prima volta senza maschera

Finalmente l'Alchimista entra in studio di Uomini e Donne, la storica trasmissione del primo pomeriggio di Canale 5, senza la maschera. E' successo durante la puntata del 27 ...

27.05.2020

Alba Parietti si spoglia su Instagram per la prova costume: "Una scusa per esibirmi, prenderò gli insulti"

Alba Parietti, 58 anni

SOCIAL

Alba Parietti si spoglia per la prova costume: "Una scusa per esibirmi"

Alba Parietti stupisce ancora e alla soglia dei 60 anni, li compirà nel luglio 2021, si spoglia. Nel bagno di casa sua si mostra come sempre statuaria con le mitiche gambe in ...

27.05.2020