Le slide di Renzi

Le slide di Renzi

24.03.2014 - 16:56

0

Nella sua carriera scolastica, Renzi si sarà pure imbattuto nel poeta Gianbattista Marino (“è del poeta il fin la meraviglia”) e avrà probabilmente stimato che certi piccoli gesti inosservati e poco significativi in determinati ambienti, possono, in altri, costituire proprio quella “meraviglia” di cui parla il Marino che poi ammonisce “chi non sa far stupir, vada alla striglia”. Detto e fatto. Ecco l'armamentario didattico per le sue conferenze stampa: slide, videoproiettore e telecomando. Giù i giornalisti a fotografare, riprendendo, con lo zoom, quel diabolico gingillo che permette di far scorrere, a distanza (!), le slide. Poi fiumi di parole: la novità renziana, le slide del presidente, il “tocco in più” dell’ex sindaco fiorentino e avanti così. Obiettivo colto in pieno e non ce ne vorrà quel poeta napoletano per una piccola variazione: “E' del premier il fin la meraviglia”.Intendiamoci: Renzi ha fatto benissimo a utilizzare quei sussidi, sia da un punto di vista didattico sia da quello dell’”effetto stupore”. Solo che tali strumenti, oltre che provocare meraviglia, hanno aperto un squarcio crudele su un'altra realtà: il grigiore della politica. Sono almeno vent'anni che chi, come il sottoscritto, si occupa di formazione, utilizza in aula slide e telecomando. Un tempo c’erano i meno sofisticati lucidi con relativa lavagna luminosa. E nessun formatore ha mai destato meraviglia per un simile armamentario. Lo si dà per scontato. Non così, invece, nei palazzi del potere, abituati da sempre, a quanto pare, a verbose conferenze, prive di un minimo di “colore”, oltre che di un ovvio rinforzo didattico. Una piccola e assolutamente normale modalità espositiva si è trasformata in un colpo di teatro niente male. Renzi, abilissimo in arte oratoria e annessi, si è portato a casa un punto in più. Niente male. Rimane tuttavia il fatto che, al di là della meraviglia, dell'arte oratoria e della giovanile disinvoltura, sarà importante trasformare le parole in atti, gli annunci in realizzazioni. Soprattutto per chi, come il nostro premier, ha fin da subito ostentato grande sicurezza, vivacità e ambizione: doti queste che non guastano affatto se si concretizzano. Lo auguriamo di cuore a Renzi e rimaniamo in attesa. Unico dubbio: se dovesse davvero riuscire a portare a casa in tempi così rapidi quei sorprendenti risultati annunciati, avrebbe raggiunto un secondo obiettivo. Se con le slide ha squarciato il grigiore della vecchia politica, conseguendo, nei tempi, quegli obiettivi annunciati darebbe la patente di “ciuchini” a tutti coloro che l'hanno preceduto. Incrociando le dita, prepariamo, virtualmente, quel posto “da somaro” che nella vecchia scuola veniva riservato agli alunni peggiori. Poi, vedremo chi farvi sedere.

robertograndis@infinito.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Inter agli ottavi di Europa League di calcio, doppia vittoria con il Ludogorets
CALCIO

Inter agli ottavi di Europa League, doppia vittoria
con il Ludogorets

L'Inter ha concesso il bis anche nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League e si è qualificato agli ottavi di finale. All'andata in Bulgaria si era imposta per 2-0. A San Siro a porte chiuse a causa dell'emergenza Coronavirus, ha battuto ancora il Ludogorets, ma con il punteggio di 2-1, dopo aver ribaltato con Biraghi e Lukaku il gol di Oliveira Souza. 

 
Inter-Ludogorets, gollonzo di Lukaku per il vantaggio dell'Inter in Europa League
CALCIO

Inter-Ludogorets, gollonzo di Lukaku per il vantaggio dell'Inter in Europa League

L'Inter ha ribaltato il Ludogorets con un autentico "gollonzo" di Lukaku nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League: 2-1. Allo scadere del primo tempo il belga ha tentato il colpo di testa quasi a botta sicura, ma il portiere dei bulgari ha respinto, la palla è tornata proprio verso Lukaku che quasi involontariamente ha ribadito in rete sempre di testa mentre era steso a ...

 
Vertice italo-francese, Conte: "I due Paesi possono fare molto insieme per problemi immigrazione"

Vertice italo-francese, Conte: "I due Paesi possono fare molto insieme per problemi immigrazione"

(Agenzia Vista) Napoli, 27 febbraio 2020 Vertice Italo-francese, Conte: "I due Paesi possono fare molto insieme per problemi immigrazione" il vertice italo-francese a Napoli, nelle stanze di Palazzo Reale a piazza del Plebiscito, con il presidente francese Emmanuel Macron e il premier Giuseppe Conte Fonte Facebook Giuseppe Conte Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Samanta Togni e Mario Russo a Dubai sfidano il Coronavirus in mascherina: Siamo italiani e non tossiamo

Social

Video Samanta Togni e Mario Russo a Dubai sfidano il Coronavirus in mascherina: Siamo italiani e non tossiamo

Samanta Togni e Mario Russo sfidano il Coronavirus in mascherina. La ballerina, protagonista di Ballando con le stelle, e il chirurgo, di rientro da Dubai, si filmano ...

27.02.2020

Gianluca Vacchi e Sharon Fonseca, bacio di passione a Miami! Lui: "Sei il mio cielo"

Gossip

Gianluca Vacchi e Sharon Fonseca, bacio di passione a Miami! Lui: "Sei il mio cielo"

"Baciando il mio cielo". Gianluca Vacchi esalta ancora una volta la sua giovane fidanzata, Sharon Fonseca. Lo fa pubblicando una splendida foto sul suo profilo Instagram (14,...

27.02.2020

Barbara D'Urso, allenamento e criosauna: il segreto per tenersi in forma. Il video sulle storie di Instagram

Il personaggio

Video Barbara D'Urso, ecco il suo segreto per tenersi in forma: stesso trattamento dei calciatori

Barbara D'Urso si tiene in forma con la criosauna e l'allenamento a ritmo di musica. La popolare conduttrice di Canale 5 ha pubblicato il video sulle sue storie di Instagram, ...

27.02.2020