Il fiorentino spiazza Godot

Il fiorentino spiazza Godot

27.01.2014 - 15:13

0
Rammentate Godot, l'inafferrabile personaggio di Samuel Beckett la cui attesa, sempre vana, riempie le giornate di Vladimiro ed Estragone mentre scorre il tempo e nulla mai accade? Se Beckett fosse ancora tra noi non avrebbe forse disdegnato di collocare l'azione all'interno dei Palazzi della politica, magari attribuendo agli altri due personaggi nomi comunissimi, Giuseppe piuttosto che Giovanni, a rappresentarne l'italianità e la paziente sopportazione del vuoto chiacchiereccio e dell'immodificabilità tra il lento scorrere del tempo. Un fatto nuovo, però, ha dominato, in questi ultimi giorni, quei tre quarti di spazio che i telegiornali dedicano alla politica o alla crisi economica (il calcolo è ottimista, soprattutto per certe reti). L'ultimo quarto, se la cosa vi incuriosisce, è riservato a quel paese del Bengodi non contaminato dalle dure leggi dell'economia, al di sopra del bene e del male, che è lo sport. Qui tutto va bene, i milioni non si lesinano a nessuno, le variazioni del Pil sono ininfluenti e persino certi poveracci che, nell' "altro mondo" fanno fatica ad arrivare a fine mese, contribuiscono ad arricchire con soldi e gloria i big dell' eden pallonaro. Torniamo però al fatto nuovo. Un fiorentino, improvvisamente, ha fatto irruzione sulla scena, spiazzando chi, da sempre, attende Godot. E' abile nell'arte oratoria e capace di affascinare con ragionamenti lineari dove "due più due fa sempre quattro". In un mondo nel quale predominano pensieri fumosi e le parole hanno il compito di nascondere le scarse idee anziché rivelarle, non è poco. Alcuni gli si accodano immediatamente, attratti dalla sua giovane età, dalla loquacità e da certa spregiudicatezza. Altri sono cauti e lo attendono alla prova. Altri ancora lo temono, avvertendo un possibile terremoto rottamatorio nella loro carriera di brontosauri. Quando il fiorentino conquista una buona fetta di potere, passa dalle parole ai fatti, sconcertando tutti con un colpo di teatro degno del contesto. Incontra lo storico nemico, già lavorato ai fianchi da giudici che "eternamente ce l'hanno con lui" e lo riabilita a padre fondatore della terza repubblica, facendo propria quella teoria dell'inimicizia per cui il nemico stesso è un "oggetto di amore" e come tale va trattato. Fulmini e saette. Il grigiore di coloro che attendevano Godot viene squarciato e i tempi infiniti subiscono un' accelerazione atomica. L'effetto è pari a quello di uno scafo rompighiaccio che fenda il pack. Nel bene o nel male se ne parla. La logica, inutile dirlo, è quella del Principe: il fine giustifica i mezzi. Il suo nome? Messer Niccolò Machiavelli da Firenze, il più grande teorico rinascimentale della politica. Per carità, non fate confusione.
robertograndis@infinito.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Acqua alta a Venezia, Piazza San Marco sommersa e chiusa al pubblico

Acqua alta a Venezia, Piazza San Marco sommersa e chiusa al pubblico

(Agenzia Vista) Venezia, 17 novembre 2019 Acqua alta a Venezia, Piazza San Marco sommersa e chiusa al pubblico Torna l’acqua alta a Venezia. Questa mattina sono suonate le sirene poco prima delle 8 per segnalare il picco atteso per le 13 di 155-160 cm. Piazza San Marco è di nuovo completamente sommersa ed è stata chiusa al pubblico. Il sistema di protezione civile sta impiegando dei 280 volontari ...

 
Cresce ancora la marea a Venezia, atteso picco alle 13

Cresce ancora la marea a Venezia, atteso picco alle 13

(Agenzia Vista) Venezia, 17 novembre 2019 Cresce ancora la marea a Venezia, atteso picco alle 13 Torna l’acqua alta a Venezia. Questa mattina sono suonate le sirene poco prima delle 8 per segnalare il picco atteso per le 13 di 155-160 cm. Piazza San Marco è di nuovo completamente sommersa ed è stata chiusa al pubblico. Il sistema di protezione civile sta impiegando dei 280 volontari in città per ...

 
Governo, Orlando (PD): "A M5s chiediamo di fare sul serio o di lasciar perdere"

Governo, Orlando (PD): "A M5s chiediamo di fare sul serio o di lasciar perdere"

(Agenzia Vista) Bologna, 17 novembre 2019 Governo, Orlando (PD): "A M5s chiediamo di fare sul serio o di lasciar perdere" "A M5s chiediamo di fare sul serio o di lasciar perdere". Così il Deputato del PD Andrea Orlando, intervenuto a margine di 'Tutta un'altra storia', la tre giorni del Partito Democratico a Bologna. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Manovra, Boccia (Confindustria): "Critici sugli effetti della tassazione su economia reale"

Manovra, Boccia (Confindustria): "Critici sugli effetti della tassazione su economia reale"

(Agenzia Vista) Bologna, 17 novembre 2019 Manovra, Boccia (Confindustria): "Critici sugli effetti della tassazione su economia reale" "Critici sugli effetti della tassazione su economia reale". Così il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, intervenuto a margine di 'Tutta un'altra storia', la tre giorni del Partito Democratico a Bologna. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev ...

 
I fans a fine concerto gli dedicano Amico e Renato Zero si emoziona

Lo spettacolo

I fan a fine concerto dedicano Amico a Renato Zero e lui si emoziona

Alla fine sono stati i fans a cantare per Renato Zero. Gli spettatori del Nelson Mandela Forum di Firenze hanno iniziato a intonare Amico e il cantautore ha lasciato loro la ...

17.11.2019

Viaggio di Linea Verde tra i borghi e le eccellenze dell'Umbria

Televisione

Viaggio di Linea Verde tra i borghi e le eccellenze dell'Umbria

Domani, domenica 17 novembre, su Rai1 alle 12.20, a Linea Verde è protagonista l’Umbria. Il futuro ha un cuore antico: negli ultimi anni si sta sempre più affermando la ...

16.11.2019

La cantante Anastacia ad Assisi: "Welcome to Paradise"

Spettacolo

La cantante Anastacia ad Assisi: "Welcome to Paradise"

"Benvenuti in Paradiso". Questo il titolo di uno dei video postati sul proprio profilo Instagram dalla cantante Anastacia, in visita ad Assisi. La cantautrice e produttrice ...

16.11.2019