Non sempre "giovane è bello"

Non sempre "giovane è bello"

13.01.2014 - 20:33

0
Un "già visto", piuttosto frequente: una classe di giovani che vuole togliersi dai piedi gli anziani, una classe di anziani che resiste e non intende mollare. Quei giovani, a volte, raggiungono l'obiettivo (il sessantotto ne fu un esempio), altre volte lo annunciano ma poi lo mancano e non solo, purtroppo, per la resistenza di quelli con i capelli bianchi. Persino il Presidente del consiglio ha recentemente perpetuato tale logica, proclamando, senza dubbio alcuno da parte sua, che la nuova classe di quarantenni al potere (in realtà una giovinezza un po'… attempatella), fatti fuori gli anziani, avrebbe determinato la svolta tanto attesa. Staremo a vedere. Il problema però è un altro: questo modello consolidato dei giovani che fanno la rivoluzione e dei vecchi che resistono con tutta forza ha validi presupposti? E' un mito universale per quanto riguarda tempo e spazio oppure no? Nelle società antiche, il rapporto giovani-anziani era diverso: una comunità capace di mettere insieme esperienza ed energie, saggezza e vivacità, una miscela detonante per il cambiamento. Meglio dunque impostare il problema in questi termini: certi giovani vogliono cambiare e certi vecchi resistono. Come sempre, l'età cronologica è solamente uno dei parametri per misurare persone e comportamenti: ci sono giovani nati "vecchi" e anziani di ottant'anni incredibilmente giovani. Gli esempi non mancano né da una parte né dall'altra. Il mito della giovinezza che scalpita e della senilità che alza barriere ha reso complicato e spesso impossibile, il vero cambiamento. E' atteggiamento puerile, da una parte, "far fuori, rottamare" e, dall'altra, "resistere". E' l'atteggiamento di chi ha qualcosa da difendere: una poltrona, un ruolo, una prerogativa. Il cambiamento sociale è ben altro e non consiste solo (e vorrei sottolineare questo "solo") nel sostituire un "capo" anziano con un "capo" giovane, operazione che potrebbe persino rivelarsi un male peggiore. Cambiare significa unire la saggezza del passato con il sentimento dell'utopia. Saggezza del passato è privilegiare le cose positive senza ripercorrere pericolosi sentieri già sperimentati; senso dell'utopia significa non adagiarsi sul "si è sempre fatto così", osando anche strade mai esplorate, tenendo però contemporaneamente presente l'esperienza acquisita per non ricominciare, a ogni cambio generazionale, da zero. Solo il mix di queste due prerogative di umana ricchezza può davvero cambiare: tutto il resto è o ingenuo giovanilismo o pachidermica gerontocrazia. Il cambiamento vero è sempre al di fuori del sistema e per uscire dal sistema occorre non farsi coinvolgere in consunti paradigmi: la inevitabilità del conflitto generazionale è uno di questi. Cambiare all'interno del sistema significa, ne abbiamo numerosi esempi, lasciare tutto al proprio posto. 
robertograndis@infinito.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta dal premier Conte. Il video
IL CASO

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta dal premier Conte. Il video

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte (video Askanews). Dopo un iniziale rifiuto infatti il premier ha fatto entrare l'attrice (87 anni) che nel frattempo si era legata a una delle transenne che chiudono la piazza. Nei giorni scorsi, l'attrice aveva avviato uno sciopero della fame per richiamare l'attenzione sulle difficoltà degli artisti e delle partite Iva e ...

 
Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati”

Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati”

(Agenzia Vista) Liguria, 27 maggio 2020 Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati” “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati” queste le parole di Giovanni Toti, Presidente della Liguria, durante la conferenza di aggiornamento dei dati sul contagio da coronavirus nella Regione. Facebook Toti Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Proteste a Marsiglia dopo che Francia vieta l'idrossiclorochina

Proteste a Marsiglia dopo che Francia vieta l'idrossiclorochina

Marsiglia, 27 mag. (askanews) - I residenti protestano fuori dall'Ihu Mediterranée Infection hospital a Marsiglia dopo che la Francia ha vietato le cure con l'idrossiclorochina per i malati di Covid-19. L'istituto guidato dal professore Didier Raoult ha tuttavia annunciato che continuerà i trattamenti sui pazienti più adatti. Dalla scalinata dell'ingresso, che all'inizio della pandemia era piena ...

 
Stasera in tv 28 maggio a "Dritto e Rovescio" c'è Silvio Berlusconi. Tra gli ospiti anche Luca Zaia

TELEVISIONE

Stasera in tv 28 maggio a "Dritto e Rovescio" c'è Silvio Berlusconi. Tra gli ospiti anche Luca Zaia

Stasera in tv 28 maggio, in prima serata su Rete 4 (ore 21,25), nel nuovo appuntamento con “Dritto e Rovescio”, Paolo Del Debbio intervista il presidente di Forza ...

28.05.2020

Stasera in tv 28 maggio Alessandro Borghese 4 Ristoranti. In Val Badia per la miglior cucina ladina

Alessandro Borghese, 43 anni

TELEVISIONE

Stasera in tv 28 maggio Alessandro Borghese 4 Ristoranti. In Val Badia per la miglior cucina ladina

Stasera in tv 28 maggio torna l'appuntamento con "Alessandro Borghese 4 Ristoranti" (Sky Uno alle ore 21,15). La sesta puntata della sesta stagione del fortunato format ...

28.05.2020

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta dal premier Conte. Il video

IL CASO

Video Sandra Milo si incatena a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte (video Askanews). Dopo un iniziale rifiuto infatti il premier ha fatto entrare l'attrice (87 anni) ...

27.05.2020