Facciamo finta che...

6 maggio 2013

06.05.2013 - 13:02

0

“Cambierebbe qualcosa per te se l’esplorazione lunare fosse stata una grande farsa?” me lo chiede un’amica dopo aver letto il mio articolo della scorsa settimana. “Mi sentirei preso per il naso, anche a tanti anni di distanza” rispondo senza esitazione.“ E in questi giorni non ti senti preso per il naso?” replica quell’amica che, nel linguaggio, è persona educata. In effetti, a rileggerlo con l’aiuto della moviola, il recente film del nostro Paese ha tutti gli aspetti della burla.
Dov’erano, fino a qualche settimana fa, tutti questi signori che hanno dato l’avvio al governo-valzer? Niente male la musica di Strauss per questa parvenza di amorosi sensi che, dopo le sculacciate di Napolitano, caratterizza il gotha politico. E’ vero, ci sono i grillini e pochi altri a rovinare la festa. Sono però ragazzotti e, per giunta, con le facce truci: cresceranno e forse ci regaleranno persino qualche sorriso. Comunque, al momento, sono fuori dal gioco. L’Imu, tassa indispensabile nei trascorsi dodici mesi? Abolita o simile. Vota a favore persino quell’ex presidente del Consiglio così ieratico che ci chiamò, fino a quattro mesi fa, stringere i denti. Per il conflitto di interessi e l’anti corruzione, ovviamente, c’è tempo. Letta snocciola tutti i nuovi provvedimenti, il Cavaliere contornato dai fidi cortigiani e pregustando una prossima abbuffata elettorale, strizza l’occhio “ Vedete?, i soldi c’erano”. Bersani, ancora stordito e frastornato, gironzola qua e là. Pochi sono perplessi, chiedendosi dove siano le coperture. La risposta è scontata: “tagliare gli sprechi”. Sprechi che, c’è da giurarlo, non verranno mai tagliati in misura così drastica da recuperare il necessario. Facciamo finta che…
Non è forse, quello attuale, il momento del “far finta”? Facciamo finta che si possa andare avanti in concordia, come se le scelte fossero neutre e non motivate da inconciliabili valori di fondo. Napolitano lo vuole. Fino a quando?
Intanto, hanno scovato il capro espiatorio: quel disperato che spara di fronte a un Palazzo Chigi vuoto, prendendosela con due poveri carabinieri. Atto insano e deprecabile, subito utilizzato per rimpallarsi il “clima di violenza” del Paese: i politici sotto tiro, l’antipolitica, l’esasperazione, la rete, eccetera eccetera. Non una parola perla consuetudinaria violenza vomitata dai titoli di certi quotidiani, intoccabili perché della scuderia. Intoccabile anche la violenza “dello” e “nello” sport: spazio proibito di panemet circenses. “Pericolosi sociologismi” li ha definiti Gasparri, che di “ismi” pare intendersi. Nel frattempo la ribalta si rianima: guarda chi si rivede!Coni sottosegretari si rifà vivo persino Cencelli, quello del manuale. Arriverà l’estate. Le vacanze, il mare, la tintarella: si può tirare il fiato. In autunno i soliti problemi torneranno: abbiamo scherzato, il momento è serio. Ma da qua ad allora c’è tempo, molto tempo. E io dovrei arrabbiarmi per la Luna?

Roberto Grandis

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mps lancia Talent Day, aiuto ai giovani in cerca di lavoro

Mps lancia Talent Day, aiuto ai giovani in cerca di lavoro

Siena, 12 nov. (askanews) - Prepararsi a un colloquio di lavoro o alla stesura più efficace del curriculum. Costruirsi una reputazione social valorizzando le proprie competenze. Passi importanti per i giovani in cerca di lavoro. Proprio a loro ha pensato Banca Monte dei Paschi di Siena con l'Mps Talent day. Un ciclo di workshop di orientamento al lavoro e di educazione finanziaria per i ragazzi ...

 
Israele uccide il capo Jihad islamica Baha Abu al-Atta a Gaza

Israele uccide il capo Jihad islamica Baha Abu al-Atta a Gaza

Gaza, 12 nov. (askanews) - Nuova tensione in Medioriente. Israele dichiara di aver ucciso Baha Abu al-Ata, il capo militare della Jihad islamica palestinese. "La sua abitazione è stata attaccata in una operazione congiunta delle nostre forze armate e dei servizi segreti", afferma un comunicato militare di Tel Aviv- Lo stato di allerta è stato subito elevato nella zona. Pronta la replica dl leader ...

 
I separatisti catalani bloccano l'autostrada Francia-Spagna

I separatisti catalani bloccano l'autostrada Francia-Spagna

Barcellona, 12 nov. (askanews) - Martedì mattina è iniziata un'operazione congiunta tra le forze dell'ordine francesi e spagnole per rimuovere i manifestanti separatisti catalani che hanno bloccato la strada principale che collega Francia e Spagna. Le due direzioni del traffico sulla A9 sono bloccate, la mobilitazione provoca disturbi sulla rete stradale secondaria. Lunedì sera, la chiusura ...

 
Bolivia, Morales chiede asilo in Messico: "Tornerò più forte"

Bolivia, Morales chiede asilo in Messico: "Tornerò più forte"

Città del Messico, 12 nov. (askanews) - L'ormai ex presidente della Bolivia, Evo Morales, è in Messico, che gli ha offerto asilo politico. Il governo del Paese centro americano ha affermato che la decisione è stata presa per "motivi umanitari" dopo una richiesta dello stesso Morales. "Fratelli e sorelle, parto per il Messico", ha twittato Morales all'indomani delle sue dimissioni. "Mi fa male ...

 
Festa della Rete, tutti i premiati

Perugia

Festa della Rete, tutti i premiati ai #Mia19

E' Lercio il super premiato ai Macchianera Internet Awards 2019. Il sito satirico in gara su tre categorie fa l'en plein. E si aggiudica il miglior sito (24.703 voti) ...

10.11.2019

Festa della Rete, l'analisi del voto in Umbria secondo Lercio

Perugia

Festa della Rete, l'analisi del voto secondo Lercio

Raffica di battute sulle elezioni in Umbria dalla redazione di Lercio in versione live alla sala dei Notari. Davide Paolino e Andrea H. Sesta, due degli autori del sito più ...

10.11.2019

Festa della Rete, Il Pagante con Destinazione privé

Perugia

Festa della Rete, Il Pagante con Destinazione privé

Il Pagante alla Festa della Rete per presentare il libro uscito nell'aprile scorso Destinazione privè (Mondadori). Il primo libro del gruppo, pubblicato sotto lo pseudonimo ...

09.11.2019