Sacri sussurri e mondane grida

18 marzo

18.03.2013 - 10:01

0

Che un malessere insolito stia aggredendo, non da oggi, le più alte istituzioni della Chiesa è sotto gli occhi di tutti. Che Benedetto XVI abbia abdicato per il solo motivo della stanchezza e del peso degli anni è fatto sul quale non molti metterebbero la mano sul fuoco senza timore di ustionarsi. D’altra parte c’è poco da stupirsi: i non credenti mettono sul conto che organizzazioni di quella portata possano nascondere punti oscuri e che simpatie ed antipatie, amicizie o inimicizie, vizi o virtù, ne determinino informalmente la vita. I credenti, dal canto loro, sono consapevoli che la Chiesa è fatta da uomini,con le relative fragilità. Ma tant’è: la carne è debole e l’umanità raramente annovera super eroi!
C’è però un punto sul quale si potrebbe compiere un passo avanti. E’ il modo di comunicare di certi uomini di chiesa (non tutti, per carità!) che si sforzano di presentare per ovvio e sotto controllo ciò che ovvio non è e sotto controllo neppure. Se quel linguaggio, quel tono della voce, quel “sussurrare” a volte persino viscoso, fossero utilizzati nella abituale comunicazione quotidiana tra “normali”, porterebbero al dileggio degli utilizzatori. In quel contesto, vengono considerati, dai soliti lacchè impenitenti, perle di saggezza, quando non addirittura segnali di…santità. “Sopire, troncare, padre molto reverendo: troncare, sopire”: l’ammonimento del Conte zio di manzoniana memoria incarna a puntino certo gergo curiale.
E’ troppo sperare, dopo un sorprendente conclave e con il nuovo Papa Francesco, anche una rivoluzione comunicativa che umanizzi certi personaggi, rendendoli, almeno in questo, simili agli altri? Ci si può augurare che proprio quegli irriducibili valletti cessino di esaltare con iperboli ciò che fa parte della normalità? La capacità comunicativa del nuovo Vescovo di Roma sembra,dai primi segnali, andare in tutt’altra direzione. Alleluia: un piccolo passo avanti nel recupero di credibilità della Chiesa.
Ne ha bisogno. Un’altra comunicazione tiene banco in questi giorni: “Non lo faccio per la mia libertà, ma per quella di tutti gli italiani”. Con queste parole e pur con l’occhio ammaccato, Silvio Berlusconi veste ancora una volta i panni dell’eroe che si immola per il bene comune.
I nemici sono sempre quelli: i giudici che gli vorrebbero imporre la legge. Un dejà vû che non meriterebbe neppure considerazione se non fosse che, questa volta, il Cavaliere,contale asserzione, si proclama difensore anche della mia libertà. Respingo l’offerta al mittente. La libertà di cui oggi godo mi fu donata, a suo tempo, da quelle donne e da quegli uomini che sulle montagne del nostro Paese, si opposero con coraggio e dignità a chi ce l’aveva tolta. Pagarono spesso un prezzo molto alto e non avevano beghe giudiziarie da ingarbugliare. Per favore!

Roberto Grandis

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Giornata diritti dell'infanzia: 1 bambino su 3 privato del futuro

Giornata diritti dell'infanzia: 1 bambino su 3 privato del futuro

Roma, 20 nov. (askanews) - Trenta anni fa, il 20 novembre 1989, venne approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite la Convenzione sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza. Questa data è rimasta storica e il 20 novembre si celebra in tutto il mondo la giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Da allora sono stati fatti enormi passi avanti per proteggere i ...

 
Macron annuncia giro di vite contro pedopornografia in Francia

Macron annuncia giro di vite contro pedopornografia in Francia

Milano, 20 nov. (askanews) - La Giornata Mondiale dei diritti dei bambini compie 30 anni e si celebra in tutto il mondo. In quest'occasione al forum UNESCO il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato un inasprimento delle sanzioni per la consultazione della pornografia minorile. Ecco cosa ha detto: "Quello che andiamo a fare è molto semplice. Le pene verranno inasprite a 5 anni di ...

 
ArcelorMittal, Re David (Fiom): “Azienda deve rispettare accordi sindacali e contratto firmato”

ArcelorMittal, Re David (Fiom): “Azienda deve rispettare accordi sindacali e contratto firmato”

(Agenzia Vista) Roma, 20 novembre 2019 ArcelorMittal, Re David (Fiom): “Azienda deve rispettare accordi sindacali e contratto firmato” “Noi chiediamo al Governo di far rispettare a questa multinazionale il contratto che ha firmato, sulla cui base ha vinto una gara pubblica. Inoltre l’azienda deve rispettare l’accordo sindacale che prevedeva zero licenziamenti. E’ incredibile che dopo un anno ...

 
Pacifico torna live con "La settimana Pacifica" e tanti duetti

Pacifico torna live con "La settimana Pacifica" e tanti duetti

Milano, 19 nov. (askanews) - Pacifico come sempre stupisce per creatività e genio. Dopo il tour che l'ha portato in giro in tutta Italia la scorsa estate, torna live con "La settimana Pacifica", 7 concerti con 7 ospiti speciali, sempre e solo a Milano dal 2 all' 8 dicembre, sul palco del Teatro Filodrammatici. Per uno spettacolo tra musica e teatro. "E' stata un'intuizione, ho pensato di fare il ...

 
Concerti Vasco Rossi, come e dove comprare i biglietti e i prezzi

Il tour

Concerti Vasco Rossi, come e dove comprare i biglietti e i prezzi

Giovedì 21 novembre inizierà la vendita generale dei biglietti per i quattro concerti di Vasco Rossi in programma il prossimo giugno. Ecco come fare per acquistare i ...

20.11.2019

Cetto c'è senzadubbiamente, il personaggio icona di Antonio Albanese diventa re

Cetto c'è senzadubbiamente, il personaggio icona di Antonio Albanese diventa re

Cetto La Qualunque rompe gli indugi e superando anche l’inutile (secondo lui) passaggio democratico delle elezioni, si fa incoronare re una volta per tutte. Torna sul grande ...

19.11.2019

Terza stagione de "I Medici" su Rai 1: il promo e la data della prima puntata

Televisione

Terza stagione de "I Medici" su Rai 1: il promo e la data della prima puntata

Dopo gli otto episodi della seconda serie, dal 2 dicembre torna in prima serata su Rai 1 la fiction "I Medici 3 - Nel nome della famiglia", serie televisiva italiana ...

19.11.2019