Le truppe del bene

11 marzo 2013

11.03.2013 - 13:48

0

Dialogo pre-elettorale. "E' in lista e devi votarla, è giovane". "Giovane? Una malattia che passa presto". "E' seria e onesta" "Come tanti altri mi auguro". "Ha deciso di spendersi per cambiare questo Paese". "Anch'io e da tempo. Cerco di fare al meglio il mio lavoro, di trasmettere idee e di ascoltare quelle degli altri".
"Viene dalla società civile"."Ci mancherebbe che provenisse da quella incivile". "Insomma, voterai o no la lista ove si trova lei?" "Dipende". "A lei piacerebbe molto fare questa esperienza alla Camera" "Anch'io, negli anni sessanta, avrei voluto andare sulla luna. Dissi alla Nasa che ero giovane e onesto ma non mi presero". "Non si può mai parlare seriamente con te". "Più serio di così".
Nonostante la "porcata" del sistema elettorale e l'impossibilità di segnare preferenze a singoli candidati, è capitato anche questo. Parole chiave: giovane, onesto, società civile. Avrebbero dovuto permettere di varcare il portone di Montecitorio, luogo che, peraltro, è stato spesso abitato anche da inquilini che queste tre caratteristiche non le possedevano. Siamo però malconci se questo tris è l'unico passe- partout per il titolo di onorevole o di senatore. Il venir meno dei partiti politici di massa ha sottratto la fede in un'idea che creava appartenenza, sostituendo ad essa aggregazioni di persone che poco hanno da condividere sul piano dei modelli di riferimento (e non esiste concretezza senza modelli di riferimento!) se non la sudditanza assoluta al capo o un metodo comunicativo marketing-oriented.
E' stata però anche sottratta una expertise che i personaggi politici acquisivano un tempo nel pre-politico. Una furia iconoclasta (fino a un certo punto assolutamente comprensibile) ha buttato via il bambino con l'acqua sporca. Dalla "società civile" a Montecitorio. Non stride qualcosa? Non mancano passaggi indispensabili di "saper fare" che rimangono fondamentali accanto a un "sapere" (non sempre così scontato, peraltro) e a un"essere"? Davvero il "mestiere"di governare si inventa da un giorno all'altro? In fondo, non sono anche queste le terribili semplificazioni che hanno creato, nel passato più o meno recente, certa classe politica di inetti narcisisti che all'"essere" hanno sostituito l'"esserci"? E' sufficiente una patina di "onestà" per sopperire a queste recenti sciagure? Una "valanga" di giovani entra per la prima volta a Montecitorio. Hanno la freschezza e il pedigree della novità e sono supportati dalla personale certezza di rappresentare il cambiamento. A volte un pizzico di ingenuità che non guasta, altre qualche grammo di semplicismo che infesta. Meritano fiducia o, quanto meno, una sospensione di giudizio. Purché non incappino nella presunzione di essere le truppe del bene contro quelle del male. Sarebbe un disastro.

Roberto Grandis
robertograndis@infinito.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta dal premier Conte. Il video
IL CASO

Video Sandra Milo si incatena a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte (video Askanews). Dopo un iniziale rifiuto infatti il premier ha fatto entrare l'attrice (87 anni) che nel frattempo si era legata a una delle transenne che chiudono la piazza. Nei giorni scorsi, l'attrice aveva avviato uno sciopero della fame per richiamare l'attenzione sulle difficoltà degli artisti e delle partite Iva e ...

 
Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati”

Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati”

(Agenzia Vista) Liguria, 27 maggio 2020 Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati” “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati” queste le parole di Giovanni Toti, Presidente della Liguria, durante la conferenza di aggiornamento dei dati sul contagio da coronavirus nella Regione. Facebook Toti Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Proteste a Marsiglia dopo che Francia vieta l'idrossiclorochina

Proteste a Marsiglia dopo che Francia vieta l'idrossiclorochina

Marsiglia, 27 mag. (askanews) - I residenti protestano fuori dall'Ihu Mediterranée Infection hospital a Marsiglia dopo che la Francia ha vietato le cure con l'idrossiclorochina per i malati di Covid-19. L'istituto guidato dal professore Didier Raoult ha tuttavia annunciato che continuerà i trattamenti sui pazienti più adatti. Dalla scalinata dell'ingresso, che all'inizio della pandemia era piena ...

 
Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta dal premier Conte. Il video

IL CASO

Video Sandra Milo si incatena a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte

Sandra Milo si incatena davanti a Palazzo Chigi e viene ricevuta da Conte (video Askanews). Dopo un iniziale rifiuto infatti il premier ha fatto entrare l'attrice (87 anni) ...

27.05.2020

Uomini e Donne, l'entrata dell'Alchimista in studio per la prima volta senza maschera. Il video

L'Alchimista si chiama Davide

TELEVISIONE

Uomini e Donne, l'entrata dell'Alchimista per la prima volta senza maschera

Finalmente l'Alchimista entra in studio di Uomini e Donne, la storica trasmissione del primo pomeriggio di Canale 5, senza la maschera. E' successo durante la puntata del 27 ...

27.05.2020

Alba Parietti si spoglia su Instagram per la prova costume: "Una scusa per esibirmi, prenderò gli insulti"

Alba Parietti, 58 anni

SOCIAL

Alba Parietti si spoglia per la prova costume: "Una scusa per esibirmi"

Alba Parietti stupisce ancora e alla soglia dei 60 anni, li compirà nel luglio 2021, si spoglia. Nel bagno di casa sua si mostra come sempre statuaria con le mitiche gambe in ...

27.05.2020