Benigni, i nani e la lampadina

31 dicembre 2012

30.12.2012 - 21:50

0

Non aveva certo bisogno, Roberto Benigni, della favorevole congiuntura tra il suo monologo-spettacolo sulla Costituzione italiana e il farsesco, sgangherato finale di legislatura al quale ci fa assistere una parte del mondo politico, passata dalle democratiche primarie alla discesa in campo del Primario.
L'effetto sfondo ha dato più risalto ancora a una serata di educazione civica, storia e amor di patria, che, fortunatamente, ci ha permesso di sognare "normalità" in questa grigia chiusura d'anno. Certa stampa ha taciuto sull'evento nonostante il record di quasi 13 milioni di spettatori, sforzandosi unicamente di evidenziarne il costo. I contratti miliardari dei pallonari vanno assolutamente bene, chi fa cultura ovviamente no. Non stiamo certamente per vivere uno dei migliori capodanni. La crisi continua a bruciare e la barca Italia è tuttora alla deriva. Accanto ad una accresciuta stima internazionale, traghettiamo il porcellum, le frodi di alcuni amministratori pubblici, l'inumano sovraffollamento delle carceri. Di guardare indietro, però, c'è ben poca voglia: si scruta l'orizzonte e si spera. Settantacinque anni fa, nella settimana di Natale, veniva proiettato per la prima volta, negli Stati Uniti, il film-capolavoro di Walt Disney "Biancaneve e i sette nani".
E' curioso come il tempo ci abbia sottratto quasi tutto, fino a lasciarci solo qualche nanetto! Un' altra ricorrenza, ancora più remota, riguarda questa giornata: il 31 dicembre 1879, Thomas Edison inaugurò l'illuminazione ad incandescenza (cioè la lampadina) al suono delle fanfare in Menlo Park nel New Jersey. Il mondo usciva per sempre dal buio o dal crepuscolare chiarore delle candele. Un segnale di speranza che anche oggi prendiamo al volo. Cosa troveremo nel 2013? Non sono in vista altre profezie Maya sulla fine del mondo: in questo, almeno, un sospiro di sollievo. Escludendo cause naturali ed assolutamente soggettive, potremo trascorrere senza cataclismi altri 365 giorni. Come però? Ad altri proporre previsioni, scenari o congetture. Di certo le elezioni di febbraio giocheranno un ruolo non indifferente per la vita democratica, e non solo, della nostra nazione. Da parte mia, preferisco affidarmi a uno dei narratori più significativi del secondo novecento, Italo Calvino, che dedicava proprio questa riflessione al nuovo millennio (scriveva nel 1984, sedici anni prima della "fatidica" data).
Si poneva la medesima domanda: cosa troveremo nei prossimi anni? I segnali, anche allora, erano incerti e alternavano grandi speranze e forti timori: il 2001 avrebbe poi provveduto a dare un colpo di spugna alle prime. Dunque, si chiedeva Calvino, cosa troveremo? Risposta deludente per chi avesse attese messianiche: "Ci affacceremo al nuovo millennio senza sperare di trovarvi nulla di più di quello che saremo capaci di portarvi". Pure per il 2013, cari lettori. Cosa siamo capaci di affidare ai prossimi dodici mesi? Si raccoglie, come noto, ciò che si semina. Appuntamento per lunedì 14 gennaio. Buon inizio d'anno!

Roberto Grandis 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"I Reali stanno Tornando, serve guida stabile", l'annuncio di Emanuele Filiberto su Twitter

"I Reali stanno Tornando, serve guida stabile", l'annuncio di Emanuele Filiberto su Twitter

(Agenzia Vista) Roma, 14 novembre 2019 I Reali stanno Tornando Italia ha bisogno di guida stabile l'annuncio di Emanuele Filiberto su Twitter "Sta arrivando il momento. È per me un dovere, ma anche un grande onore, annunciarvi l’imminente ritorno della Famiglia Reale" - così Emanuele Filiberto su Twitter. Il tweet riporta l’hashtag #irealistannotornando. Fonte: Agenzia Vista / Alexander ...

 
Tensioni tra manifestanti e Polizia nel corteo contro Salvini a Bologna

Tensioni tra manifestanti e Polizia nel corteo contro Salvini a Bologna

(Agenzia Vista) Bologna, 14 novembre 2019 Tensioni tra manifestanti e Polizia nel corteo contro Salvini a Bologna La manifestazione contro la presenza di Matteo Salvini a Bologna per l'apertura della campagna elettorale. / courtesy E'TV Bologna Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Il corteo anti-Salvini sfila per le strade di Bologna

Il corteo anti-Salvini sfila per le strade di Bologna

(Agenzia Vista) Bologna, 14 novembre 2019 Il corteo anti-Salvini sfila per le strade di Bologna La manifestazione contro la presenza di Matteo Salvini a Bologna per l'apertura della campagna elettorale. / courtesy E'TV Bologna Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Nuovo disco per Giorgia Bazzanti

Marsciano

Nuovo disco per Giorgia Bazzanti

Un disco di dieci tracce per esprimere la femminilità in diverse forme. Si chiama “Non eri prevista” è il nuovo lavoro della cantautrice di Marsciano, Giorgia Bazzanti. ...

14.11.2019

Giovanni Allevi in concerto a Perugia con il nuovo disco Hope. La data e il costo dei biglietti

Musica

Giovanni Allevi in concerto a Perugia: data e biglietti

Hope. E' il titolo del nuovo album del pianista Giovanni Allevi che uscirà nei negozi venerdì 15 novembre. L'ultimo lavoro dell'artista è legato alla magia del Natale. Nel ...

14.11.2019

"Silvio Muccino lascia il cinema per aprire una falegnameria in Umbria"

La scelta

"Silvio Muccino lascia il cinema per aprire
una falegnameria in Umbria"

Un falegname d'eccezione: Silvio Muccino. E' il settimanale Chi a svelare che l'attore sarebbe intenzionato ad abbandonare il cinema per dedicarsi completamente alla sua ...

14.11.2019