Un dono a costo zero

24 dicembre

24.12.2012 - 08:55

0

Per il prossimo Natale non rischiate duplicati né ricicli: regalate ascolto. Abbiamo a disposizione strumenti sofisticati per parlare a breve, media e lunga distanza, in tempo reale o differito uno per volta o tutti insieme, ma strumenti per ascoltare non esistono. Sarebbero poco appetibili e andrebbero rapidamente fuori mercato. Fa eccezione l’ascolto come “audience”, ma è solo l’altra faccia del chiacchierare. Esprimersi è, quasi per tutti, quotidianità; essere ascoltati è fatto eccezionale. “La natura ha dato a ciascuno di noi due orecchie ma una sola lingua - sosteneva Plutarco - perché dobbiamo ascoltare almeno il doppio di quanto parliamo”. Benedetto uomo questo Plutarco: e chi ascolta più ? E’ faticaccia e soprattutto non è di moda.
A Natale regalate ascolto. Lo chiedono i bambini, “drogati” da meraviglie elettroniche che consentono loro pressoché tutto, in solitudine, mentre gradirebbero più semplicemente la presenza del babbo o della mamma per parlare ed essere ascoltati. Le letterine di Natale che in questi giorni i più piccoli scrivono a scuola, se non censurate da troppo sollecite maestre, sono zeppe di questo bisogno-desiderio: “Caro Babbo natale, fa che almeno nel giorno della tua festa, a casa mia si possa stare serenamente insieme”. Lo chiedono gli anziani così ricchi di una saggezza esperienziale che trasmetterebbero ai giovani se solo qualcuno li ascoltasse e non li rottamasse nei fatti. Lo chiedono coloro che fanno fatica, che non si adeguano a questi ritmi, che sono eternamente indietro, che non capiscono “in tempo reale”, che non reggono ai confronti.
Lo desidererebbero quelli che non hanno fiducia in se stessi, convinti di non avere nulla di interessante da esprimere e di non essere degni di attenzione. Lo chiede chi soffre, umiliato dai tanti “fatti coraggio” ai quali, poiché inascoltato, non può nemmeno ribadire che, se questo coraggio potesse farselo, già avrebbe provveduto. Lo chiede quel popolo di Dio che camminando nelle tenebre, ancora non scorge la grande luce promessa da Isaia, perché vive una chiesa-apparato, umanamente povera, distaccata dal mondo, incartapecorita da una facciata di riti, reliquie e prediche ad un’unica via. Lo chiedono gli italiani ai propri governanti a tutti i livelli, in alcuni casi eccentrici, incompetenti, a volte persino ladri, talmente narcisisti da non percepire i personali limiti, denigratori del bene sommo di una comunità: la Politica.
Lo chiede il mondo intero. La scarsità rende l’ascolto un bene prezioso e, caso unico, senza costo alcuno, se non un po’ di paziente coraggio. Sotto l'albero regalate ascolto. Magari con un fiocchetto rosso e un “vecchio” biglietto di Natale, in bianco e nero, recuperato tra gli antichi ricordi familiari. Ne ricaverete ricordo e gratitudine e sarà a rischio zero. Buon Natale!

Roberto Grandis

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Furti d'auto, le due tecniche più usate dai ladri
Sicurezza

Emergenza furti, i due metodi veloci e sicuri usati dai ladri per rubare un'auto

Oltre all'emergenza furti negli appartamenti e nelle abitazioni singole, nel mirino dei ladri ci sono anche le auto. Che siano di piccola o grande cilindrata, di maggiore o minore valore. Le tecniche utilizzate dai malviventi sono diversi, come già documentato per la "tecnica del forellino" o quella del "key bumping", parlando di furti nelle abitazioni. Per quanto riguarda le auto, invece, due ...

 
Ex Ilva, Sechi (Agi): "Governo faccia meglio la sua parte"

Ex Ilva, Sechi (Agi): "Governo faccia meglio la sua parte"

(Agenzia Vista) Roma, 20 novembre 2019 Ex Ilva, Sechi (Agi): "Governo faccia meglio la sua parte" La presentazione del libro di Angelo Mellone 'Fino alla fine. Romanzo di una catastrofe' edito da Mondadori. La storia di tre amici ormai cinquantenni la cui amicizia si è "frantumata contro il Siderurgico di Taranto, lo stabilimento più grande d’Europa" Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev ...

 
Tusk eletto nuovo presidente del PPE

Tusk eletto nuovo presidente del PPE

(Agenzia Vista) Zagabria, 20 novembre 2019 Tusk eletto nuovo presidente del PPE Donald Tusk, presidente uscente del Consiglio Ue, è stato eletto presidente del Partito Popolare Europeo con 491 voti favorevoli, 37 contrari e 12 schede bianche. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
"Joker", il sequel è in lavorazione

Cinema

"Joker", il sequel è in lavorazione

Joker avrà un sequel. Secondo ’Hollywood Reporter’, Todd Phillips, all’indomani dell’uscita di Joker, ha proposto al presidente della Warner Bros., Toby Emmerich, l’idea di ...

20.11.2019

Il fascino dell'Umbria a "Linea Verde" in tv su Rai 1

territorio alla ribalta

Il fascino dell'Umbria a "Linea Verde" in tv su Rai 1

Umbria protagonista assoluta della puntata di "Linea Verde" andata in onda domenica 17 novembre su Rai 1. Emozioni, sensazioni, saperi e sapori l'hanno fatta da padroni lungo ...

20.11.2019

"Nati due volte": il trailer, l'anteprima e le date di uscita del film girato a Foligno

Cinema

Le prime immagini di "Nati due volte", il film girato a Foligno. Domenica l'anteprima in città

Domenica, alle 18 e alle 20, al Supercinema di Foligno sarà proiettato in anteprima assoluta il film “Nati due volte”, girato lo scorso anno in città. Successivamente, il 27 ...

20.11.2019