Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alluvione in Liguria, 300 milioni di danni

Esplora:

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

In arrivo nuovi fondi dallo Sblocca Italia per Genova e la Liguria e venerdì la richiesta dello stato di emergenza in Consiglio dei ministri. Il governatore Claudio Burlando intervenendo in conferenza stampa dopo l'incontro con il coordinatore della struttura di missione “Italiasicura” Erasmo De Angelis, ha detto di aver parlato con Governo e Avvocatura dello Stato per far partire i lavori di messa in sicurezza del Bisagno, il torrente che da anni, tracimando, è la principale causa delle alluvioni che hanno colpito il capoluogo ligure. GUARDA tutte le vignette di Garnier “Aspettiamo lo sblocco di 35 mln da parte del governo”, ha spiegato Burlando "ai quali si aggiungeranno 95 milioni di euro contenuti nello Sblocca Italia, divisi tra fondi comunali, regionali, nazionali ed europei. “Entro l'anno stipuleremo un accordo di programma con comune ed esecutivo per completare il rifacimento della copertura del torrente”. A gestire la realizzazione dell'opera “sarà una gestione commissariale”in capo allo stesso governatore che si troverà a gestire subito 18 milioni di euro per realizzare le opere necessarie ad agevolare il cantiere. I danni per il momento, ha ammesso il governatore Burlando, sono quantificati “in oltre 300 milioni di euro”. Intanto la procura di Genova, dopo l'apertura del fascicolo per omicidio colposo, ha aperto un fascicolo per disastro colposo per verificare le responsabilità circa le opere non realizzate e del mancato allerta.