Disabili: inclusione lavorativa traguardo lontano

dati

Disabili: inclusione lavorativa traguardo lontano

Rapporto della Fondazione studi dei consulenti del lavoro

03.12.2019 - 18:46

0

Roma, 3 dic. (Labitalia) - A vent’anni dall’approvazione della legge sul collocamento mirato (68/1999), l’inclusione lavorativa e sociale delle persone con disabilità, pur avendo fatto passi importanti in avanti, resta ancora un traguardo lontano da raggiungere. E' quanto emerge dal Rapporto 'L'inclusione lavorativa delle persone con disabilità in Italia', condotto dalla Fondazione studi dei consulenti del lavoro sui dati resi per la prima volta disponibili dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, relativi alle dichiarazioni Pid (Prospetto informativo disabili) che le aziende con più di 14 dipendenti sono tenute ad inviare ai fini del rispetto dell’obbligo normativo.

Secondo il Rapporto, presentato oggi in occasione della 'Giornata internazionale delle persone con disabilità', nel corso di una conferenza stampa al ministero del Lavoro dal ministro Nunzia Catalfo e dalla presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro, Marina Calderone, gli occupati con disabilità dipendenti presso le aziende italiane rappresentano un universo di quasi 360 mila lavoratori, in prevalenza uomini (58,7% contro il 41,3% delle donne), concentrati al Nord, rispettivamente il 32,6% nel Nord-Ovest e il 23,7% nel Nord-Est, con la Lombardia che, da sola, occupa ben il 21,5% del totale.

Uomo, tra i 50 e 59 anni, residente al Nord Italia, impiegato: è questo il profilo del lavoratore con disabilità che emerge dal rapporto. Secondo l'indagine, infatti, ben il 53,7% degli occupati ha superato i 50 anni e il 14,3% ne ha più di 60, mentre risulta estremamente ridotta la quota di quanti hanno meno di 40 anni (17,5%). Tale dato si discosta significativamente da quello generale dell’occupazione italiana alle dipendenze, dove la quota di 'under 40' e 'over 50' è abbastanza simile (rispettivamente 36% e 34%).

Si tratta di una tendenza che chiama in causa molteplici cause, dalle maggiori difficoltà che le persone con disabilità incontrano nell’ingresso al lavoro al meccanismo normativo che tende, per ragioni diverse, a sovradimensionare la componente più adulta. Dall'indagine emerge, inoltre, la pervasività del lavoro standard a tempo indeterminato, che interessa il 93,7% degli occupati, sebbene tra i giovani l’incidenza delle forme di lavoro temporaneo stia crescendo significativamente, interessando ormai il 27,9% degli occupati con meno di 30 anni e l’11,5% di quanti hanno tra i 30 e 39 anni.

Sì lavoro a tempo indeterminato ma ad alta incidenza di part time, più di un terzo (34,3%) degli occupati con disabilità, infatti, lavora secondo tale modalità, ma tra i giovani la quota è più elevata, interessando il 37,1% dei 40-49enni per arrivare al 49,3% degli 'under 30'. E dalla ricerca emerge l’elevata articolazione dei profili professionali: contrariamente alla rappresentazione spesso fornita dai media, la collocazione professionale delle persone con disabilità è molto differenziata: infatti, se il 36,2% ricopre un ruolo impiegatizio nel lavoro d’ufficio, il 19,8% si colloca ai vertici della piramide professionale, svolgendo una professione intellettuale o dirigenziale (5,3%) o una professione tecnica ad elevata specializzazione (14,5%). Tra le donne il livello di qualificazione professionale risulta ancora più elevato.

Dall'indagine emerge anche la netta caratterizzazione del lavoro pubblico rispetto al privato, sia da un punto di vista socio-demografico (il 49,9% delle persone con disabilità occupate nel pubblico sono donne e il 70% ha più di 50 anni) che professionale (il lavoro nel pubblico impiego è mediamente più qualificato) e, soprattutto, territoriale. Se su 100 occupati con disabilità 24 lavorano nel pubblico impiego, nel Sud Italia la percentuale sale al 34,3% (in Sardegna al 50,5%) contro il 26,6% del Centro, il 21% del Nord-Est e il 18,7% del Nord-Ovest.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Guerini: "Surreale che uno si sveglia la mattina e scopra esistenza del Mes"

Guerini: "Surreale che uno si sveglia la mattina e scopra esistenza del Mes"

(Agenzia Vista) Napoli, 06 dicembre 2019 Guerini: "Surreale che uno si sveglia la mattina e scopra esistenza del Mes" A Napoli, nella sala dei Baroni del Maschio Angioino, gli Stati Generali dello Spazio, Sicurezza e Difesa: le prossime sfide per l’industria europea, organizzato dal Parlamento europeo in Italia, in collaborazione con la Rappresentanza della Commissione europea in Italia, ...

 
Manovra, Guerini: "Quando si discute si trovano accordi"

Manovra, Guerini: "Quando si discute si trovano accordi"

(Agenzia Vista) Napoli, 06 dicembre 2019 Manovra, Guerini: "Quando si discute si trovano accordi" A Napoli, nella sala dei Baroni del Maschio Angioino, gli Stati Generali dello Spazio, Sicurezza e Difesa: le prossime sfide per l’industria europea, organizzato dal Parlamento europeo in Italia, in collaborazione con la Rappresentanza della Commissione europea in Italia, l’Agenzia Spaziale europea, ...

 
Colori 1 minuto, Brancusi a Bruxelles

Colori 1 minuto, Brancusi a Bruxelles

(Agenzia Vista) Roma, 06 dicembre 2019 Colori 1 minuto, Brancusi a Bruxelles In mostra al Bozar di Bruxelles l'artista rumeno Constantin Brancusi, uno dei più influenti scultori del 20esimo secolo. Brancusi è considerato pioniere del modernismo. La mostra raccoglie i suoi capolavori da musei e collezioni private in giro per il mondo. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Video Irene Grandi, che festa! Cinquant'anni e 25 di carriera. Le canzoni indimenticabili 

MUSICA

Video Irene Grandi, 50 anni e 25 di carriera. Le canzoni indimenticabili

Cinquant'anni. Traguardo speciale per la cantautrice Irene Grandi. E' nata infatti il 6 dicembre 1969 a Firenze e quindi il 2019 è l'anno del suo mezzo secolo. La festa, tra ...

06.12.2019

Belen Rodriguez, lo scatto sexy in abito da sposa che fa impazzire i fans: "Donna libera"

Si Instagram

Belen Rodriguez, lo scatto sexy in abito da sposa che fa impazzire i fans: "Donna libera"

Belen Rodriguez è seguitissima su Canale 5 con Tu si Que Vales, ma il suo forte resta sempre la comunicazione attraverso i social. Uno scatto in particolare sta facendo ...

06.12.2019

Tu si que vales, il botta e risposta polemico tra il mago Walter Di Francesco e Teo Mammucari - Il video

Televisione

Video Tu si que vales, il botta e risposta polemico tra il mago Walter Di Francesco e Teo Mammucari

Il mentalista e prestigiatore Walter Di Francesco presenta a Tu si que vales un numero che lascia pubblico e giuria a bocca aperta. Ma non Teo Mammucari, che di magia è un ...

06.12.2019