Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, stop alle mascherine sui mezzi pubblici: ecco dove serviranno ancora

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Da sabato le mascherine anti Covid potranno essere un ricordo. A meno nuove impennate di contagi, saranno obbligatori solo per entrare nelle strutture sanitarie. Domani - venerdì 30 settembre - è infatti l'ultimo giorno dell'obbligo per il dispositivo simbolo della pandemia, che ha contribuito a proteggere le persone e contenere il contagio negli ultimi due anni e mezzo. Infatti tra poche ore scade la norma che impone la mascherina Ffp2 sui mezzi pubblici (autobus, treni, navi). Nessuna proroga in vista per il settore dei trasporti.

 

 

"Non ci sarà più l’obbligo di mascherine su autobus e treni. Anche in Italia, come nella maggioranza dei paesi europei, i trasporti saranno tutti equivalenti. Oggi infatti prendi l’aereo e il bus, con cui ti imbarcano o sbarcano, senza obbligo di mascherina, ma sul trenino che ti porta all’aeroporto sei invece obbligato a metterla. Credi che la mascherina obbligatoria per tutti sia oggi anacronistica, mentre rimane molto utile il suo utilizzo per le persone anziane e per le persone fragili" scrive sul proprio profilo Facebook il direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, Matteo Bassetti.

 

 

L’infettivologo continua affermando che "non è che la fine dell’obbligo si deve tramutare in un obbligo a non usarla o un liberi tutti. La popolazione dovrebbe comprendere l’importanza della raccomandazione all’utilizzo senza obblighi e imposizioni". "D’altronde - conclude Bassetti - la mascherina è un mezzo di protezione individuale che ognuno dovrebbe utilizzare se serve e quando serve. Fa parte di quello che avremmo dovuto imparare in questi (quasi) tre anni".