Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meteo, che tempo che fa il 28, 29 e 30 settembre: maltempo in arrivo con pioggia abbondante

  • a
  • a
  • a

Nuovo peggioramento delle condizioni climatiche tra domani, giovedì 29 settembre, e venerdì 30. La nona perturbazione del mese darà luogo, infatti, a una fase di maltempo caratterizzata da precipitazioni localmente abbondanti e da una vivace ventilazione. Se per gran parte della giornata odierna la nuvolosità variabile sarà ancora associata a pochi fenomeni, a partire dalla sera avremo le prime avvisaglie di un nuovo peggioramento nell’ovest della Sardegna, nel settore tirrenico e nelle Venezie. La nona perturbazione del mese risulterà poi molto attiva tra domani e venerdì - affermano i meteorologi di Meteo Expert - con precipitazioni localmente abbondanti e sotto forma di rovesci o temporali che a più riprese coinvolgeranno soprattutto il settore tirrenico, quello ligure, l’ovest della Sardegna e parte del Nord. La vivace ventilazione sud-occidentale continuerà a favorire temperature oltre la norma, sopra i 25 gradi, sul medio Adriatico e nelle regioni meridionali mentre dei cali sono attesi nelle aree più perturbate. Nel fine settimana la perturbazione tenderà ad allontanarsi con gli ultimi strascichi al Sud. Seguirà un rialzo della pressione con l’anticiclone che all’inizio della prossima settimana dovrebbe garantire stabilità diffusa e clima mite per la stagione.

 

 

Nelle prossime ora ci sarà una nuvolosità irregolare e variabile con parziali schiarite che saranno più ampie e frequenti lungo il medio e basso Adriatico, nel settore ionico e nel sud della Sicilia. Nel pomeriggio tendenza ai primi rovesci nell’ovest della Sardegna e sulla Toscana centro-settentrionale, tendenza locali piogge tra basso Lazio e Campania, sull’alto Adriatico e qualche pioggia isolata anche nel nord delle Marche. In serata aumenta l’instabilità con rischio di locali rovesci o temporali su ovest Sardegna, alta Toscana, Lazio centro-meridionale, Campania e Venezie. Temperature massime senza grandi variazioni: valori per lo più tra 19 e 23 gradi al Centro-Nord, con punte intorno ai 25 gradi tra Abruzzo e Molise; al Sud e Isole valori in generale tra 23 e 26 gradi, con punte più elevate sui versanti ionici di Calabria e Sicilia. Domani, invece, lungo le coste del medio e basso Adriatico e nei settori ionici il tempo sarà ancora abbastanza soleggiato. Nel resto del Paese la nuvolosità andrà aumentando sin dalle prime ore della giornata, intercalata ancora da qualche schiarita al Nordovest. Precipitazioni inizialmente più probabili all’estremo Nordest, sulle regioni tirreniche fino alla Calabria nord-occidentale, nell’ovest della Sardegna e sulla Liguria orientale. Possibili rovesci o temporali sulla Venezia Giulia, nel settore tirrenico e nel Trapanese. Tra il pomeriggio e la sera i fenomeni si estendono a quasi tutto il Nord e si intensificano sul lato tirrenico. Possibili rovesci o temporali localmente anche forti.

 

 

Arriviamo così a venerdì, ultimo giorno del mese di settembre. Su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia tempo in prevalenza ancora soleggiato, con alcune velature e qualche banco nuvoloso a bassa quota, dal pomeriggio, lungo il versante ionico, nel sud della Sicilia. Dalla sera tendenza a peggioramento sull’isola, con l’arrivo di piogge e temporali. Nel resto del Paese cielo da nuvoloso a coperto, salvo schiarite lungo le coste centrali adriatiche. Precipitazioni più probabili e diffuse, sin dalle prime ore del giorno, in Triveneto, su Liguria, regioni tirreniche fino alla Campania e in Sardegna, con rovesci e temporali, localmente intensi: non si escludono locali nubifragi. Piogge e rovesci sparsi in Lombardia, basso Piemonte, Emilia Romagna; temporali in Umbria e Marche. In serata precipitazioni in attenuazione al Nord, più insistenti sule versante tirrenico del Centro e in Sicilia.