Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Allegri, Adani scatenato: "Così alimenta la mediocrità". Cassano durissimo: "Un presuntuoso"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Massimiliano Allegri di nuovo al centro delle polemiche. Il pareggio della Juventus a Genova contro la Sampdoria ma soprattutto una prestazione molto povera da parte dei bianconeri, sotto tutti gli aspetti, ha messo nuovamente il tecnico dei bianconeri nel mirino delle critiche. Anche per le sue parole nel post partita. Immancabilimente l'argomento è stato al centro della puntata di ieri - lunedì 23 agosto 2022 - della BoboTv con Lele Adani e Antonio Cassano scatenati.

 

 

Molto diretto l'ex difensore dell'Inter, che vorrebbe dall'allenatore della Juventus, una maggiore predisposizione all'autocritica: "Siamo ad un momento in cui la verità nella descrizione è un atto di rispetto verso il calcio. Non si tratta di confrontarsi su un’idea calcistica, è troppo banale. Si vince in vari modi, si discute del valore di giocatori, allenatori, società. Fa parte del sacrosanto dibattito del calcio. Ma credo che l’elemento imprescindibile che è la gente, merita di essere condotta e accompagnata con rispetto intellettuale e quello che ci dà il campo. Bisogna saper dire basta, nell’accettare e vedere passare come se niente fosse un determinato tipo di offerta calcistica, senza analizzarla, ma accettandola in maniera positiva. Bisogna dire basta a questo atteggiamento di far passare per buona una cosa che non è, che ogni volta ha una scusante diversa, ha una giustificazione diversa. Non è corretto non fare mai autocritica. Il calcio merita una comunicazione diversa. Io non ho bisogno di partire delle categorie, come ha fatto lui, io voglio capire la partita".

 

 

Durissimo anche Antonio Cassano: "Il problema è che Allegri è presuntuoso. Non gliene frega niente, gli scivola tutto addosso. Quando ha avuto quello sfogo, non mi stupisco. La cosa più grave è che lui ha detto che ci sono categorie di giocatori e dunque alcuni giocatori non sono forti. Se l’avesse detto a me avrei ribaltato lo spogliatoio".