Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, la bozza del nuovo protocollo: mascherine nel privato e smartworking per i fragili

  • a
  • a
  • a

Mascherine nei luoghi di lavoro privati e smartworking per i dipendenti fragili. È quanto si legge nella bozza di protocollo condiviso di aggiornamento delle misure anticovid tra Governo e parti sociali, di cui è in possesso LaPresse. Tra le misure indicate, l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5° C) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria. Sul versante del lavoro agile - secondo quanto si legge nel documento - si ritiene che "rappresenti, anche nella situazione attuale, uno strumento utile per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19, soprattutto con riferimento ai lavoratori fragili, maggiormente esposti ai rischi derivanti dalla malattia".

 

 

L’uso delle mascherine ffp2 "rimane un presidio importante per la tutela della salute dei lavoratori ai fini della prevenzione del contagio, soprattutto nei contesti di lavoro in ambienti chiusi e condivisi da più lavoratori o aperti al pubblico o dove comunque non sia possibile il distanziamento interpersonale di un metro per le specificità delle attività lavorative". È quanto si legge nella bozza di protocollo condiviso di aggiornamento delle misure anticovid tra Governo e parti sociali. Il datore di lavoro "assicura la disponibilità di ffp2 al fine di consentirne ai lavoratori l’utilizzo nei contesti a maggior rischio. Il datore di lavoro, in collaborazione con il medico competente, anche sulla base delle specifiche mansioni e dei contesti lavorativi, individua particolari gruppi di lavoratori ai quali fornire adeguati dispositivi di protezione individuali (FFP2), avendo particolare riguardo ai soggetti fragili sulla base di valutazioni del medico competente".