Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Aquila, auto finisce nel giardino di un asilo: morto un bambino, quattro i feriti

  • a
  • a
  • a

Una tragedia, di quelle che nessuno vorrebbe mai raccontare. Oggi, mercoledì 18 maggio, a L'Aquila una macchina è finita nel giardino di un asilo. Un bambino è morto, mentre almeno quattro sono feriti. L'incidente è avvenuto poco dopo le 14, quando l'automobile è finita nel giardino della scuola dell’infanzia Pile-Primo Maggio, in via Salaria Antica Est. Secondo una prima ricostruzione, l’automobile era parcheggiata in discesa e si sarebbe sfrenata. Dopo essere scivolata per alcune decine di metri, la Volkswagen Passat - che secondo quanto riporta il Corriere della Sera appartiene alla mamma di uno dei bambini che frequentano l'istituto - avrebbe sfondato il cancello del giardino della scuola travolgendo i bambini. Pare che a bordo dell’auto fosse rimasto un altro figlio della donna e sia stato lui a toccare il fremo a mano, scrive sempre il Corriere della Sera.

 

 

 

Uno dei cinque bambini feriti non ce l'ha fatta: per oltre mezz’ora il personale sanitario del 118 ha tentato di rianimare il piccolo, l’unico a presentare condizioni gravissime, trasportato d’urgenza all’ospedale San Salvatore dell’Aquila, dove è morto. Il sindaco di L’Aquila, Pierluigi Biondi, ha proclamato il lutto cittadino. "Il provvedimento è stato adottato a seguito del gravissimo incidente verificatosi all’interno della scuola materna I Maggio, che ha provocato la morte di un bambino e il ferimento di altri compagni di scuola", hanno appena dichiarato dall’ufficio di gabinetto del primo cittadino aquilano.

 

 

"Abbiamo appreso questa tragica notizia paradossalmente mentre stavamo festeggiando il primo bambino nato a Fontecchio, nelle aree interne, dopo l’approvazione della legge sullo spopolamento; il primo nato che ha ricevuto il contributo alla natalità. Siamo tutti sconvolti e vicini al dolore delle famiglie. Speriamo che questa tragedia non si aggravi, siamo in contatto con i sanitari per seguire costantemente l’evolversi della situazione", ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.