Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palermo, scarcerato Miccoli: l'ex attaccante di Perugia e Ternana affidato ai servizi sociali

  • a
  • a
  • a

L’ex attaccante di Palermo e Juventus Fabrizio Miccoli è stato scarcerato e affidato in prova ai servizi sociali. L’ex calciatore è stato condannato in via definitiva a tre anni e tre mesi per estorsione aggravata dal metodo mafioso. La condanna era diventata irrevocabile alla fine dello scorso anno. Miccoli è stato ritenuto colpevole di aver commissionato a Mauro Lauricella, figlio del boss palermitano del rione Kalsa Antonino detto "u scintilluni", il recupero di 20 mila euro dal titolare di una discoteca di Isola delle Femmine in provincia di Palermo, per conto dell’ex fisioterapista dei rosanero Giorgio Gasparini, il quale aveva chiesto aiuto a Miccoli. Nel corso della vicenda Miccoli finì nella bufera e venne attaccato duramente per le frasi ingiuriose nei confronti del giudice Giovanni Falcone dette da Miccoli nel corso delle conversazioni intercettate dagli inquirenti