Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La rivolta dei magistrati, l'Anm annuncia lo sciopero contro la riforma Cartabia

  • a
  • a
  • a

L’assemblea generale dell’Associazione magistrati dice sì allo sciopero contro la riforma dell’ordinamento giudiziario e del Csm. La data sarà decisa dalla giunta esecutiva centrale. "Non scioperiamo per protestare ma per essere ascoltati", si legge nella mozione unitaria approvata a maggioranza, dopo otto ore di dibattito, da 1.423 votanti.

 

 

Lo sciopero "sarà un modo per comunicare le ragioni del dissenso non un modo per protestare contro una legge in fieri". Così il presidente dell’ Anm Giuseppe Santalucia dopo l’assemblea generale dell’associazione nazionale magistrati in cui è stata votata una giornata di sciopero contro la riforma dell’ordinamento giudiziario e del Csm. "Noi non possiamo pensare che la discussione si sia chiusa. Noi vogliamo la riforma si tratta solo di correggere alcune strutture. Lavoreremo per questo e chiediamo al Senato di riflettere su alcuni aspetti. Speriamo ci sia ancora tempo e per questo ci stiamo impegnando", ha sottolineato Santalucia dopo il voto.