Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Francesca Mannocchi, il marito Alessio Romenzi nato a Terni: da operaio a fotografo pluripremiato

  • a
  • a
  • a

Francesca Mannocchi di nuovo protagonista nella puntata di oggi - venerdì 15 aprile 2022 - di Propaganda Live, la trasmissione di La7 in cui racconterà la guerra in Ucraina essendo stata na delle prime giornaliste italiana freelance a raggiungere proprio l'Ucraina: prima che iniziasse era già al confine. Quella di oggi è una puntata speciale - una sorta di best off - e il reportage della giornalista sarà centrale.

 

 

Mannocchi si è distinta come inviata già in Afghanistan e in Turchia. Ha vinto diversi premi per le inchieste realizzate sul traffico di migranti e sulle carceri libiche. Nel 2018 il documentario diretto con il fotografo di guerra Alessio Romenzi Isis, Tomorrow. The Lost Souls of Mosul, produzione internazionale in lingua arabo-irachena sui figli dei combattenti dell'Isis, è stato presentato alla 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Nata a Lugano, in Svizzera, ha 40 anni e dopo la laurea in Storia del cinema è diventata una giornalista freelance collaborando con diverse testate (L'Espresso, Internazionale, Rai3, SkyTg24, La7 ma anche Al Jazeera English, The Guardian e The Observer). La giornalista - che ha un figlio - è sposata con un ex operaio siderurgico alla Thyssen-Krupp di Terni, Alessio Romenzi, si è poi trasferito a Gerusalemme diventando uno dei principali fotografi di guerra al mondo. Mannocchi è malata di sclerosi multipla come ha raccontato lei stessa su L'Espresso: “La sclerosi mi ha insegnato un nuovo modo di sorridere. La medicina la definisce una malattia potenzialmente disabilitante del cervello e del midollo spinale, il sistema nervoso centrale, per intenderci”.

 

 

Per Giulio Einaudi Editore ha pubblicato nel 2019 Io Khaled vendo uomini e sono innocente, libro con cui ha vinto il Premio Estense, e nel 2021 Bianco è il colore del danno, libro nel quale parla della sua esperienza con la sclerosi multipla. Con Editori Laterza ha pubblicato nel 2019 Porti ciascuno la sua colpa.