Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bruno Conti, la dinastia continua: dopo i figli Daniele e Andrea anche il nipote. Ora il libro sulla sua vita

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Bruno Conti - attualmente dirigente della Roma - è stato un calciatore che ha legato le sue gesta al club giallorosso e alla Nazionale con cui ha vinto il Mondiale di calcio nel 1982. Un atleta - ora ha 67 anni - che ha fatto sognare l'Italia intera e che ora è in libreria con Un gioco da ragazzi (Rizzoli, 17 euro), pubblicazione che ripercorre la sua vita e la sua carriera sportiva (prefazione di Francesco Totti).

 

 

Conti è originario di Nettuno, definita la città del baseball in quanto sede dell'omonimo club, il più titolato d'Italia. In ragione di ciò, prima di optare definitivamente per il calcio fu anche un giocatore di baseball, del quale in gioventù era considerato una delle promesse più fulgide: all'età di 13 anni i dirigenti del Santa Monica erano pronti a offrirgli una borsa di studio per gli Stati Uniti d'America per valorizzarne il talento, ma i suoi genitori si opposero. Con la formazione nettunese fece un'apparizione nella massima serie nell'annata 1969. Poi - dopo essere stato scartato dall'Inter dopo un provino perché considerato troppo basso di statura - lo prese la Roma, club con cui fece tutta la carriera tranne una stagione in prestito alla fine degli anni Settanta, al Genoa. Rapidissimo, ala capace di saltare l'uomo per poi andare a segnare o servire invitanti assist ai compagni, con la Roma ha vinto lo scudetto nel 1982/1983 e raggiunge la finale di Coppa dei Campioni la stagione successiva. Ha vinto anche la Coppa Italia per cinque volte. Altra grande storia è il Mondiale del 1982 in cui fu protagonista assoluto e apprezzatissimo da Pelè.

 

 

"Ho conosciuto mia moglie in spiaggia, grazie ad un mio amico che me la presentò al campo di allenamento" ha racconta Conti di Laura a cui è legato da tantissimo tempo. Ha due figli, Daniele e Andrea, entrambi diventati a loro volta calciatori professionisti (Daniele è stato capitano del Cagliari). La dinastia Conti prosegue perché il nipote Bruno jr ha firmato il suo primo contratto da professionista proprio con il Cagliari.