Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, occupazione intensive cala in 13 regioni. I dati Agenas

  • a
  • a
  • a

Terapie intensive Covid stabili in Italia al 12% ma in calo in tredici regioni. È quanto emerge dal monitoraggio dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali Agenas sui dati del 15 febbraio. In dettaglio, il dato è in discesa in Abruzzo (13%, -1%), Basilicata (5%, -1%), Calabria (13%, -2%), Campania (8%, -1%), Emilia Romagna (12%, -1%), Friuli Venezia Giulia (17%, -2%), Marche (14%, -2%), Alto Adige (7%, -1%), Trentino (14%, -2%), Sicilia (13%, -1%), Toscana (13%, -2%), Umbria (8%, -1%) e Veneto (7%, -1%). Stabile in Lazio (19%), Lombardia (9%), Piemonte (12%), Puglia (13%), Sardegna (15%), Valle d’Aosta (12%). In aumento invece in Liguria (13%, +2%) e Molise (13%). 

 

 

Invece i ricoveri in area medica sono stabili al 24% in Italia ma in calo in 12 regioni. È quanto emerge dal bollettino dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali Agenas sui dati del 15 febbraio. In dettaglio il dato è in discesa in Basilicata 26% (-1%), Campania (26%, -1%), Emilia Romagna (22%, -2%), Friuli Venezia Giulia (30%, -1%), Liguria (31%, -2%), Molise (23%, -1%), Alto Adige (20%, -1%), Trentino (22%, -2%), Piemonte (23%, -1%), Toscana (21%, -1%), Valle d’Aosta (23%, -2%) e Veneto (15%, -1%. Stabile in Abruzzo (36%), Calabria (31%), Lazio (29%), Lombardia (18%), Puglia (25%), Sardegna (25%), Sicilia (35%), Umbria (31%): unica regione che vede un aumento le Marche (31%, +1%).