Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid party intercettato su Instagram, blitz dei carabinieri: organizzatori costretti ad annullare la festa

  • a
  • a
  • a

Un party tra positivi al Covid ad Aviano intercettato dai carabinieri prima che fosse troppo tardi. Alla festa, pubblicizzata sui social media, avrebbe partecipato almeno una trentina di persone ignorando qualsiasi accorgimento per il contenimento della diffusione del Coronavirus. A intercettare l’invito su Instagram è stato un carabiniere. A riportare la notizia è stato IlGazzettino.it. La locandina del party pubblicizzava una festa organizzata da americani in un’abitazione che si trova appunto ad Aviano, lungo la strada che porta a Piancavallo e dove sabato sera la presenza dei carabinieri non è passata inosservata.

 

 

I militari della stazione di Aviano, infatti, una volta allertati sul possibile ritrovo, sono andati a fare un controllo. Gli organizzatori della festa avevano dato appuntamento per le 22 raccogliendo qualche decina di conferme e con il rischio che molte altre persone avrebbe potuto raggiungere all’ultimo momento, senza preavviso, l’abitazione. I carabinieri hanno rintracciato i due organizzatori dell’evento con l’intento di verificare se la festa fosse legale (non era chiaro, sulla base di quanto pubblicizzato sulla locandina, se si trattasse di un rave party) e con l’obiettivo di fare prevenzione in un momento così delicato della fase pandemica. I due organizzatori, una volta messi davanti alle possibili conseguenze, hanno preferito annullare l’evento. Sarebbe stato impossibile, infatti, mantenere il distanziamento durante i balli e festeggiare indossando le mascherine.

 

 

Era stato lo stesso prefetto Domenico Lione, a fine 2021, a chiedere alle forze dell’ordine un ulteriore sforzo per contenere comportamenti che avrebbero potuto contribuire alla diffusione del virus. Il prefetto aveva chiesto anche attenzione sugli eventuali party privati organizzati nelle abitazioni, soprattutto in occasione della notte di San Silvestro o dell’Epifania. Ed è in questo contesto che i carabinieri della stazione di Aviano hanno tenuto sotto controllo anche i social intercettando su Instagram, nella giornata di sabato, proprio l’avvenimento organizzato dai due americani in servizio nella Base Usaf di Aviano e che i militari dell’Arma sono riusciti a fermare prima appunto che fosse troppo tardi.