Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palme, Mattarella e Repubblica delle Banane: battaglia via twitter tra Montanari e il portavoce del Quirinale

  • a
  • a
  • a

Le palme dietro a Mattarella nel suo ultimo discorso di Capodanno da Presidente della Repubblica, hanno provocato un botta e risposta via Twitter tra Tomaso Montanari, storico dell’arte e rettore dell’Università per Stranieri di Siena, e Giovanni Grasso, portavoce del Capo dello Stato. Oggetto del contendere appunto gli alberi dei Giardini del Quirinale, apparsi sullo sfondo di una finestra della Palazzina del Fuga, dalla quale il Capo dello Stato si è rivolto agli italiani per il messaggio di fine anno. "La prevalenza della palma nell’iconografia presidenziale. Il ritorno del rimosso: la repubblica delle banane che siamo", ha scritto Montanari in un tweet.

 

 

Immediata la replica di Grasso. "Il professore, anzi il magnifico rettore, si intende sicuramente di arte ma poco di botanica. Il frutto della palma è il dattero, l’albero che produce le banane è il banano". Un botta e risposta a cui segue un confronto tra chi difende Montanari e chi invece si schiera dalla parte del Quirinale, con interventi anche di chi ne approfitta per criticare il precedente Governo guidato da Giuseppe Conte e in generale coloro che condividono l’impostazione politica di Montanari. Un botta e risposta che in ogni causa non chiama in causa il Quirinale, visto che l’account di Grasso è privato, e non con l’incarico ufficiale di consigliere del Presidente della Repubblica per la stampa e la comunicazione

 

 

Al commento di Grasso ha controreplicato lo stesso Montanari: "Le palme non fanno banane (ma chi l’ha mai detto…). Ma formano il paesaggio tipico delle Repubbliche delle Banane, espressione politica non botanica, in un’inarrestabile salita della “linea della Palma” (cit.) - ha twittato il rettore dell'Università per Stranieri di Siena -. Facile arrampicarsi sulla botanica per non guardare alla politica".