Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In coda per imbarcarsi al porto esibisce il green pass del fratello e si becca una denuncia

  • a
  • a
  • a

Continuano a verificarsi i casi di esposizione di green pass falsi. Giovedì 9 dicembre il fatto è accaduto a Pozzuoli. Un uomo, 61 anni, ha provato a imbarcarsi per Ischia utilizzando il green pass del fratello. Il 61enne è stato denunciato per falsa dichiarazione sull’identità a un pubblico ufficiale dai Carabinieri della compagnia di Pozzuoli (Napoli), impegnati appunto nelle verifiche sull’utilizzo del green pass. L’uomo, mentre era nella sua auto incolonnato nel traffico al porto di Pozzuoli in attesa di imbarcarsi per Ischia, alla vista dei militari ha tentato di eludere il controllo. La strana manovra dell’uomo è saltata subito all’occhio dei militari che hanno approfondito la vicenda. Il 61enne ha così esibito ai Carabinieri un green pass dichiarando le generalità contenute al suo interno. In realtà, il certificato verde era di suo fratello e i Carabinieri lo hanno scoperto e denunciato.

 

 

Intanto nella serata di mercoledì 8 dicembre Guido Russo, dentista no vax che si era presentato al centro vaccinale con un braccio di silicone, è stato tra gli ospiti di Non è l'Arena, su La7. E' stato intervistato da Massimo Giletti, alla presenza del suo avvocato Max Veronese. Il dentista ha sostenuto che la sua "era una provocazione. Volevo che venissero tutti, che chiamassero i carabinieri. Volevo una piccola audience, ma non pensavo che avrei avuto questo pubblico. Ho costruito io il braccio finto con la gommapiuma e il silicone. Era una cosa artigianale". A suo avviso chiunque avrebbe capito che si trattava di un arto finto e quindi l'obiettivo non era affatto quello di evitare il vaccino e ottenere il certificato verde.

 

 

Nel corso della puntata il dentista no vax ha anche ammesso che poi si è vaccinato. La somministrazione è avvenuta il giorno dopo la sua "esibizione" al centro vaccinale. Russo è indagato dalla procura di Biella. L'accusa è quella di tentata truffa ai danni dello Stato. Nei prossimi giorni chiederà di essere ascoltato in Procura per cercare di spiegare la sua posizione, illustrare la sua versione dei fatti e raccontare cosa l'ha spinto ad un teatrino che è finito sui giornali di tutto il mondo