Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Manovra, sindacati spaccati: sciopero di Cgil e Uil. Il Governo: "Scelta incomprensibile". La Cisl non ci sta

  • a
  • a
  • a

Sindacati spaccati sulla manovra Draghi. Cgil e Uil da una parte proclamano lo sciopero generale di 8 ore per il 16 dicembre, dall'altra la Cisl che si sfila e definisce la protesta come un grave errore. Cgil e Uil protestano appunto "contro una legge di bilancio avara sul fronte di una riforma fiscale attesa da anni, ma anche su quello delle pensioni e del lavoro". Una decisione molto minacciata in queste settimane ma che alla fine arriva un po' a sorpresa e che di fatto azzera quell’unità sindacale che Cgil, Cisl e Uil avevano deciso di ricominciare a percorrere 7 anni fa dopo aver archiviato, non senza qualche difficoltà, l’ultimo sciopero generale Cgil-Uil del 12 dicembre 2014 firmato Camusso-Barbagallo contro il Jobs Act di Matteo Renzi. La manovra d’altra parte, dicono oggi in coro i parlamentini di Cgil e Uil, "è considerata insoddisfacente".

 

 

Scelto dunque lo scontro, la prova muscolare. E' lunga infatti, per Cgil e Uil, la lista dei capitoli a cui il governo non ha risposto: "Fisco, pensioni, scuola, politiche industriali e contrasto alle delocalizzazioni, contrasto alla precarietà del lavoro soprattutto dei giovani e delle donne, non autosufficienza, tanto più alla luce delle risorse, disponibili in questa fase, che avrebbero consentito una più efficace redistribuzione della ricchezza, per ridurre le diseguaglianze e per generare uno sviluppo equilibrato e strutturale e un’occupazione stabile".

 

 

La Cisl dall'altra parte considera "sbagliato ricorrere allo sciopero generale e radicalizzare il conflitto in un momento tanto delicato per il Paese, ancora impegnato ad affrontare una pandemia che non molla la presa e teso a consolidare i segnali positivi di una ripresa economica e produttiva che necessita di uno sforzo comune per essere resa strutturale. Tanto più considerati i rilevanti passi avanti fatti nell’ultimo mese sui contenuti della legge di bilancio", ha affermato Luigi Sbarra, leader Cisl. Duro anche il commento del Governo, secondo fonti provenienti da Palazzo Chigi: "Lo sciopero in questo momento è incomprensibile", hanno fatto sapere dall'Esecutivo. "La manovra - è sottolineato - è fortemente espansiva e accompagna i lavoratori e famiglie fuori dalla emergenza sperimentata negli ultimi anni fronteggiando molteplici situazioni di disagio".