Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mottarone, il piccolo Eitan atterrato in Italia. I legali: "Ora deve riprendere la sua vita di bambino di sei anni"

  • a
  • a
  • a

Non si può parlare di lieto fine, vista la tragedia vissuta pochi mesi fa, ma almeno si può definire come un nuovo inizio. Eitan è tornato in Italia. Il bambino, unico superstite della tragedia del Mottarone, conteso dalla famiglia paterna e materna, è atterrato all’aeroporto di Orio al Serio a Bergamo alle 22 con la zia, le cuginette e lo zio. Giacca blu e cappellino in testa, il piccolo, a quanto si apprende, è stato prelevato dalla Mobile in pista. Il piccolo era partito da Tel Aviv alle 19 ora locale, le 18 in Italia, insieme alla zia Aya, al marito ed alle loro figlie, per tornare in Italia, a Pavia.

 

 

Eitan era stato portato in Israele l’11 settembre scorso dal nonno materno: al termine di una battaglia giudiziaria durata settimane, nei giorni scorsi la Corte suprema ha stabilito che il bambino dovesse tornare in Italia, dove viveva con i genitori ed il fratello, tutti morti nella tragedia. "Siamo lieti di comunicare che il piccolo Eitan è rientrato in Italia e in sicurezza. Ci teniamo a sottolineare che questo è stato reso possibile dalla corretta applicazione da parte degli Stati delle norme che proteggono i bambini in caso di sottrazione internazionale e sicuramente rappresenta un buon esempio di collaborazione fra Stati e un monito contro la sottrazione internazionale di minori", ha affermato Grazia Cesaro, avvocata della zia Aya del piccolo Eitan, rientrato venerdì 3 dicembre in Italia da Israele.

 

 

"Guardando al futuro auspichiamo che si spengano i riflettori sulla vita privata del bambino a tutela della privacy e della riservatezza e si apra una nuova fase che permetta a Eitan un percorso di crescita più sereno, ancora più necessario se si considera la terribile tragedia che lo ha coinvolto. Sin da ora impegniamoci tutti per permettere a Eitan di riprendere la sua vita di bambino di sei anni", ha aggiunto l’avvocato Cristina Pagni, altro legale della zia Aya del piccolo Eitan.