Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Varriale a processo per stalking alla ex: "Non l'ho picchiata, alla fine quello messo peggio ero io"

  • a
  • a
  • a

Enrico Varriale si mette in difesa. Il popolare giornalista Rai, assistito dai legali Fabio Lattanzi e Stefano Maranella, a processo per stalking nei confronti della compagna, ha rilasciato una intervista a Repubblica raccontando la sua versione dei fatti. "Non per attenuare le mie responsabilità, ma per affermare un concetto semplice: ho sbagliato ma non sono un mostro - ha affermato -. Ci siamo colpiti tutti e due, ma non l’ho picchiata e non le ho mai messo le mani al collo, alla fine avevo l’occhio pesto, quello messo peggio ero io". 

 

 

La compagna di Varriale ha denunciato due volte: una il 9 agosto, per lesioni e poi il 14 settembre, per stalking. E aveva dichiarato che il compagno le aveva stretto le mani intorno al collo mentre cercava di difendersi. Quella lite, avvenuta il 6 agosto, era finita con una prognosi di cinque giorni per la donna. "Non deve capitare. Ammetto che è capitato - ha raccontato ancora Varriale -. Non mi sono controllato. Ci siamo colpiti. Ma quello che è capitato, di cui mi vergogno, va inserito nel giusto contesto. Non sono un violento, non sono uno stalker, non ho provato a strangolarla". Per il momento nei confronti del giornalista è disposto un divieto di avvicinamento alla compagna e ai luoghi da essa abitualmente frequentati. 

 

 

Il giornalista ha raccontato la dinamica della vicenda: "Stavamo litigando. Io parlavo lei chattava. Le chiedo di smettere. E una volta, e due e tre. Le tiro via il telefonino. Lei mi salta addosso. Non le ho mai messo le mani alla gola. Sono cose che non devono capitare. Non mi sono controllato. Ma non sono un violento, non ho provato a strangolarla", ha aggiunto. Poi ha replicato anche alle accuse di stalking: "Dal 6 agosto al 27 settembre, 43 messaggi. Eravamo abituati a scambiarcene trenta-quaranta al giorno. Se mi avesse detto 'mi disturbi' sarei sparito, ma lei non rispondeva né mi ha bloccato", le sue parole.