Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Schwazer, la sua storia in un libro. Il doping e la relazione con Carolina Kostner. Ora il matrimonio con Kathrin Freund

  • a
  • a
  • a

Alex Schwazer, ospite di Oggi è un altro giorno nella puntata di venerdì 26 novembre 2021. Nel salotto della trasmissione del pomeriggio di Rai1, condotta da Serena Bortone, l'ormai ex marciatore racconterà la sua vita. Ha infatti appena pubblicato l'autobiografia Dopo il traguardo, libro edito da Feltrinelli.

 

 

Ero un tossico, andavo in Turchia per doparmi” le parole con cui Schwazer racconta come si è dopato. “Innsbruck-Vienna, Vienna-Antalya. Nessuno sapeva dove andavo: ho tenuto il cellulare acceso anche di notte, per evitare che partisse il messaggio della compagnia telefonica turca. Ragionavo già da tossico. O meglio, sragionavo. Ed ero pronto a mentire, perché doparsi vuol dire anche mentire” ha confessato nella sua autobiografia. L’altoatesino, che compirà 37 anni il prossimo 26 dicembre, è stato campione olimpico nella 50 chilometri di marcia a Pechino 2008. Attualmente sta scontando una squalifica per doping fino al 2024, ma va ricordato che il suo caso è stato archiviato dalla giustizia penale italiana nel 2021, anche se quella internazionale e la WADA non lo hanno accettato. La prima positività a doping risale dopo il successo all'Olimpiade, due medaglie di bronzo al Mondiale e una d'oro - assegnata in un secondo momento - all'Europeo, il 6 agosto 2012: Schwazer è positivo all'eritropoietina ricombinante in un controllo antidoping a sorpresa effettuato dall'Agenzia mondiale antidoping il 30 luglio e viene escluso dall'imminete Olimpiade di Londra. Squalificato per tre anni e sei mesi, a cui verranno aggiunti ulteriori tre mesi (ma poi patteggia otto mesi alla fine del 2014), si allena per farsi trovare pronto all'Olimpiade di Rio de Janeiro 2016. Torna in gara a Roma e vince, ma il 21 giugno 2016 viene diffusa la notizia della positività di un campione di urine prelevato il 1º gennaio 2016, risultato negativo ad una prima analisi standard. Inizia una lunga battaglia legale a tutti i livelli che si concluderà una squalifica di 8 anni. Il 18 febbraio 2021 il Gip del Tribunale di Bolzano dispone infine l'archiviazione del procedimento penale per "non aver commesso il fatto", ritenendo "accertato con alto grado di credibilità razionale" che i campioni di urina "siano stati alterati allo scopo di farli risultare positivi e, dunque, di ottenere la squalifica e il discredito dell’atleta come pure del suo allenatore, Sandro Donati".

 

 

Schwazer nella vita privata è sposato, dal 2019, con Kathrin Freund. La coppia ha due figli, un maschio e una femmina. Da poco in una recente intervista a Le Iene, l'ex marciatore ha dichiarato: "Sono un marciatore anche nel sesso, di solito sono abbastanza resistente, ma si cerca anche di essere velocisti. Mia moglie finora non si è lamentata". In precedenza ha avuto una lunga relazione, dal 2007 al 2012 con la pattrinatrice Carolina Kostner che, a causa del doping di Schwazer, ha dovuto superare diverse problematiche tra cui una squalifica per complicità nella violazione di un controllo biologico eluso. "Eravamo in sintonia. La mia solitudine era molto simile alla sua” ha detto recentemente ricordando quella relazione.