Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, incidenza a 125 e terapie intensive occupate al 6,2%. E l'Italia vieta l'ingresso dal Sudafrica

  • a
  • a
  • a

Sale l’incidenza settimanale dei casi di Covid. È quanto emerge dal monitoraggio della Cabina di regia Iss-ministero della Salute. L’incidenza settimanale a livello nazionale è di 125 per 100mila abitanti (il report riguarda la settimana dal 19 al 25 novembre 2021) contro 98 per 100mila abitanti dei sette giorni precedenti. Nel periodo 3 novembre - 16 novembre 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,23 (range 1,15 - 1,30), stabile rispetto alla settimana precedente e al di sopra della soglia epidemica. È in leggero aumento e sopra la soglia epidemica l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero.

 

 

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 6,2% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 25 novembre) contro il 5,3% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 18/11). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale all’8,1% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 25 novembre) vs il 7,1% al 18/10. Una regione risulta classificata a rischio alto, 18 Regioni/PPAA risultano classificate a rischio moderato. Tra queste, una Regione è ad alta probabilità di progressione a rischio alto secondo il DM del 20 aprile 2020.

 

 

Nel frattempo Roberto Speranza, ministro della Salute, annuncia di aver firmato "una nuova ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini. I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante B.1.1.529. Nel frattempo seguiamo la strada della massima precauzione" ha aggiunto.