Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Imprenditore no vax di 50 anni tenta di curarsi da solo dal Covid e muore in casa: lascia moglie e due figli

  • a
  • a
  • a

Una tragedia assurda, decisamente evitabile, che fa capire come la pandemia da Covid sia tutt'altro che conclusa e soprattutto non vada sottovalutata. E' morto a 50 anni Igor Devetak, imprenditore residente a Padriciano (a Trieste). L'uomo è stato trovato senza vita nel suo letto dalla moglie. Devetak, conosciuto come convinto no vax, era positivo da una settimana, da alcuni giorni presentava dei sintomi legati al Coronavirus e aveva avviato delle cure domiciliari, nonostante i medici gli avessero consigliato diversamente. Poi le sue condizioni sono peggiorate fino al decesso, verificatosi la scorsa notte, come riportato dal quotidiano Il Piccolo.

 

 

Dopo aver avuto una crisi cardiaca, giunti sul posto, i sanitari del 118 hanno tentato di rianimare l'uomo per 40 minuti senza esito. Anche la moglie e i due figli, di 6 e 8 anni, sono sintomatici. L'uomo era molto conosciuto nella zona, dal momento che insieme alla moglie gestiva il Bed & breakfast lo Stirenca, termine sloveno che sta per piccolo pozzo.

 

 

"Vediamo purtroppo che ci sono sempre più casi di persone che scelgono queste cure domiciliari. Lo constatiamo ormai ogni giorno. La situazione sta diventando drammatica - ha spiegato sempre al quotidiano il primario del 118 di Trieste, Alberto Peratoner -. Affidarsi a cure e a professionisti non in linea con le evidenze scientifiche è molto pericoloso. L'invito a tutti è di non fidarsi di queste cure domiciliari che rischiano di essere addirittura controproducenti e di portare a degli esiti tragici. Spesso ci troviamo di fronte a persone che assumono cortisone già nella fase iniziale della malattia e chi lo prescrive ha pesanti responsabilità". Una morte che arriva dalla città epicentro delle proteste contro il green pass. Il Friuli Venezia Giulia sembra poi essere la Regione più a rischio per diventare zona gialla già prima di Natale.