Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Milano, 60 identificati e 10 denunciati al corteo No Green Pass

  • a
  • a
  • a

"La manifestazione No Green pass che si è svolta oggi, con ripetute violazioni alle prescrizioni del Questore di Milano, è stata dichiarata conclusa, poco dopo le 21, dal dirigente dei servizi di ordine pubblico della Questura in via Anfossi, luogo in cui non è stato più permesso il movimento del disordinato corteo". Lo comunica la Questura di Milano. "Allo stato attuale, la Polizia di Stato ha identificato 60 persone che vi hanno preso parte, accompagnandone in Questura 10 che verranno denunciate. Nei confronti di due di questi accompagnati, il Questore ha emesso due Fogli di Via Obbligatori dal Comune di Milano della durata di un anno". 

 

A Milano, secondo la Questura, sono stati 4.000 i partecipanti al sedicesimo sabato per il no green pass. Come annunciato, i manifestanti hanno deviato dal percorso indicato. Arrivati a metà di corso di Porta Romana, invece di girare a sinistra in via Lamarmora i manifestanti hanno imboccato corso di Porta Vigentina e sono stati bloccati dagli uomini in divisa nella circonvallazione interna mandando il traffico in tilt. Alcuni manifestanti hanno portato in spalla una bara di cartone avvolta dalla bandiera dell’Italia con dei garofani per celebrare "il funerale della libertà", altri invece indossavano i gilet gialli.

 

Gli ultimi manifestanti sono stati fatti defluire solo dopo essere stati identificati, informa la Questura, "attese le ripetute violazioni in ordine alle quali saranno effettuate valutazioni per sanzioni e deferimenti alla Autorità Giudiziaria. Durante la fase di contenimento finale dei manifestanti, a cui non è stato più consentito di muoversi, sono state ricevute richieste di soccorso per malori rivelatisi inesistenti; analogamente, alcuni manifestanti hanno contattato il numero unico di emergenza 112 per chiedere soccorso alle forze dell’ordine per ’sequestro di persona'".