Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Papa Francesco, la messa in ricordo dei defunti: "L'ultimo passo ci trovi in cammino"

  • a
  • a
  • a

"L’ultimo passo" nella vita "ci trovi in cammino, non in un labirinto". Lo ammonisce il Pontefice nella messa per i defunti celebrata al cimitero militare francese di Roma. "Mi viene in mente uno scritto, alla porta di un piccolo cimitero al Nord: ’Tu che passi pensa ai tuoi passi e dei tuoi passi pensa all’ultimo passo'",  dice Francesco a inizio omelia. Il Papa ricorda che"«la vita è in cammino, tutti noi siamo in cammino, tutti noi se vogliamo fare qualcosa nella vita siamo in cammino, che non è passeggiata e neppure labirinto. Tu che passi ferma il passo e pensa dei tuoi passi l’ultimo passo. Tutti avremo l’ultimo passo". È importante, scandisce il Papa, che "quell’ultimo passo ci trovi in cammino, e non in passeggiata e non in un labirinto senza fine".

 

 

"Oggi la predica dovrebbe essere guardare le tombe, alcuni hanno il nome altri no, ma queste tombe sono un messaggio di pace, fermatevi fabbricatori di armi, fermatevi" ha continuato Papa Francesco nell’omelia a braccio della messa in commemorazione dei defunti al cimitero militare francese di Roma. "Queste tombe gridano pace", ha aggiunto. "Questa brava gente è morta in guerra, chiamata a difendere la patria, valori e ideali. E tante altre volte a difendere situazioni politiche tristi. Sono le vittime, le vittime della guerra che mangia i figli della patria" ha aggiunto il Vescovo di Roma.

 

"Noi che siamo in cammino lottiamo perché non ci siano più guerre, perché non ci siano le economie dei paesi fortificate per le industrie delle armi" ha incalzato il Papa. "Sono sicuro che tutti questi soldati che sono andati in buona volontà, chiamati dalla patria per difenderla, sono col Signore".